Roberto da Salle

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Beato Roberto da Salle
Abate
Nascita 1272
Morte 1341
Venerato da Chiesa cattolica
Santuario principale chiesa parrocchiale di Salle Vecchia
Ricorrenza 18 luglio

Roberto da Salle, al secolo Santuccio (Salle, 1272 circa – Morrone del Sannio, 18 luglio 1341), è stato un abate italiano, discepolo di Pietro del Morrone (poi papa Celestino V) e procuratore generale della congregazione dei Celestini dell'Ordine di San Benedetto. È venerato come beato dalla Chiesa cattolica che ne celebra la memoria il 18 luglio.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato a Salle, in Abruzzo, attorno al 1272 fece il suo ingresso nella congregazione dei Celestini dell'ordine benedettino, divenendo uno dei più fedeli discepoli del fondatore, Pietro del Morrone.

Aveva appena terminato il noviziato quando, nel 1294, Pietro venne eletto papa assumendo il nome di Celestino V. Assieme ai confratelli Tommaso d'Ocre e Francesco Ronci da Atri, a Roberto venne offerta la dignità cardinalizia, ma lui preferì restare nel suo monastero di Santo Spirito a Majella (questa decisione venne esaltata anche nel De vita solitaria di Petrarca): per questo nell'arte Roberto da Salle è solitamente rappresentato con la berretta rossa ai piedi.

Nel 1298 venne ordinato sacerdote e si stabilì nel monastero di San Giorgio a Roccamorice; dal 1310 al 1317 fu procuratore dell'eremo di Santo Spirito a Majella; fondò poi il monastero di Santa Croce di Roccamontepiano; nel 1320 fondò un nuovo monastero a Gessopalena, dove rimase come priore fino al 1321.

Nel 1327 venne eletto Procuratore Generale della Congregazione: restaurò, visitò e fondò parecchi monasteri (a Caramanico, Lama dei Peligni, Atessa e quello della Civitella, a Chieti).

Si spense a Morrone del Sannio nel 1341.

Culto[modifica | modifica sorgente]

Nel 1342 la sua salma venne traslata nella Badia di Santo Spirito a Sulmona: dopo la soppressione dell'ordine (1807) le sue reliquie vennero traslate a Salle.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]