Roberto d'Orléans

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Regno di Francia (1830-1848)
Casa d'Orléans

Coat of Arms of the July Monarchy (1830-31).svg

Luigi Filippo (1830-1848)
Figli
Figli
Figli
  • Maria
  • Francesco
  • Bianca
  • Giovanni (1965)
  • Oddone (1968)


Roberto duca di Chartres

Roberto d' Orléans (Robert Philippe Louis Eugène Ferdinand d'Orléans; Parigi, 9 novembre 1840castello di Saint-Firmin, 5 dicembre 1910) è stato un militare francese, noto con il titolo di Duca di Chartres.

Famiglia[modifica | modifica sorgente]

Secondo figlio di Ferdinando Filippo d'Orléans, a sua volta figlio di Luigi Filippo re dei Francesi, e di Elena di Meclemburgo-Schwerin, è il fratello di Filippo VII, Conte di Parigi e Pretendente unionista al Trono di Francia e di Navarra.

Durante l'infanzia e l'adolescenza, lui e suo fratello maggiore sono stati principalmente accuditi dai nonni, il re Luigi Filippo e della regina Maria Amalia di Borbone-Due Sicilie. Ha seguito il resto della famiglia Orléans in esilio dopo la rivoluzione del 1848.

Carriera militare[modifica | modifica sorgente]

Inviato a Torino per l'addestramento militare poco dopo la morte di sua madre, il duca di Chartres è diventato un ufficiale dei dragoni piemontesi e combatté nelle guerre di unificazione italiana dal lato della Francia e di Casa di Savoia dal 1859 in poi. Ha in particolare combattuto alla battaglia di Palestro, per la quale è stato insignito dal re Vittorio Emanuele II. Nel 1861, Chartres ha combattuto al fianco di suo fratello in un'altra guerra: la guerra civile americana. Durante il loro soggiorno negli Stati Uniti, i principi sono stati accompagnati dal loro zio, il principe di Joinville.

Matrimonio[modifica | modifica sorgente]

Tornando in Europa, il Duca di Chartres ha deciso di sposarsi, ma, in qualità di membro in esilio di una casa reale, considerato illegittimo dalla maggior parte delle dinastie regnanti del continente, scoprì che non sarebbe stato in grado di sposare una principessa straniera.

Nel 1863 sposa Francesca Maria d'Orléans, figlia di suo zio il principe di Joinville e di Francesca di Braganza.
Dall'unione nascono cinque figli:

Trovandosi a Bruxelles con gli zii, il Principe di Joinville e il Duca d'Aumale, al momento della dichiarazione di guerra della Francia alla Prussia nel 1870, il Duca di Chartres chiede senza esitazioni a Napoleone III l'autorizzazione a partecipare al conflitto. Ma il ministro della guerra si oppone e Roberto di Chartres può arruolarsi soltanto dopo la caduta dell'Impero, utilizzando lo pseudonimo di Robert Le Fort con il quale è nominato capo di squadrone dell'armée de la Loire. Terminato il conflitto, è creato cavaliere della Legion d'onore e nel 1871 è inviato dal Governo provvisorio in Algeria per domare una rivolta indigena.

Nel 1881, il regime repubblicano, sempre più ostile alle famiglie che hanno regnato sulla Francia, mettono a disposizione il Principe, che è definitivamente radiato dall'Esercito nel 1886 con la promulgazione della Legge d'esilio.

Morte[modifica | modifica sorgente]

Il duca di Chartres morì il 5 dicembre 1910, all'età di 70 anni, a Saint Firmin.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Fonti[modifica | modifica sorgente]

  • Jean-Charles Volkmann (1998), Généalogie des rois et des princes, Jean-Paul Gisserot
  • Georges Poisson (1999), Les Orléans, une famille en quête d'un trône, Perrin

Controllo di autorità VIAF: 5083054 LCCN: n00074226

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie