Roberto Amadio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Roberto Amadio
Nazionalità Italia Italia
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada, pista
Ritirato 1989
Carriera
Squadre di club
1985 Santini
1986-1987 Supermerc. Brianzoli
1988-1989 Chateau d'Ax
Nazionale
1984-1985 Italia Italia
Carriera da allenatore
1992-1994 Jolly Componibili
1995-1997 Aki
1998-1999 Vini Caldirola
2000-2001 Liquigas
2002 Cage Maglierie
2004 Vini Caldirola
2005-2012 Liquigas
2013-2014 Cannondale
Palmarès
Gnome-emblem-web.svg Mondiali su pista
Template:Medaglieoro
 

Roberto Amadio (Portogruaro, 10 luglio 1963) è un dirigente sportivo, ex ciclista su strada e pistard italiano. Professionista dal 1985 al 1989, fu campione del mondo nell'inseguimento a squadre nel 1985. Dal 2005 al 2014 è team manager e direttore della Liquigas-Cannondale, poi diventata Cannondale Pro Cycling.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Amadio corse da dilettante vincendo un mondiale di inseguimento a squadre e tre titoli nazionali. Partecipò ai Giochi della XXIII Olimpiade a Los Angeles nel 1984, arrivando quarto nella gara dell'inseguimento a squadre.

Tra il 1985 e il 1989 fu professionista sia su pista (vittoria della Sei giorni di Bassano) che su strada. Colse l'unica vittoria da professionista in Spagna, aggiudicandosi una tappa al Cinturón Ciclista Internacional a Mallorca.

Nel 1992 iniziò la carriera di dirigente nel ciclismo su strada con la Jolly Componibili-Club 88, squadra in seguito rinominata in Aki e Vini Caldirola, prima di giungere alla Liquigas.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Strada[modifica | modifica wikitesto]

Trofeo Raffaele Marcoli
  • 1985 (Santini, una vittoria)
4ª tappa Cinturón Ciclista Internacional a Mallorca

Pista[modifica | modifica wikitesto]

Campionati italiani, Inseguimento a squadre Dilettanti
Campionati italiani, Inseguimento a squadre Dilettanti
Sei Giorni di Bassano del Grappa (con Francesco Moser e Danny Clark)

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi Giri[modifica | modifica wikitesto]

1987: ritirato (14ª tappa)
1988: ritirato (14ª tappa)

Classiche monumento[modifica | modifica wikitesto]

1987: 87º
1989: 73º

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]