Roberto Abbado

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Portrait of Roberto Abbado.jpeg

Roberto Abbado (Milano, 30 dicembre 1954) è un direttore d'orchestra italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Marcello e nipote di Claudio,[1] ha studiato pianoforte e composizione presso il Conservatorio di Milano con Bruno Bettinelli.

Nel 1975 ha studiato a Vienna con Hans Swarowsky.

Alla Piccola Scala nel 1976 ha diretto l'Ottetto di Igor Stravinski con gli allievi del Conservatorio nella rassegna complessi studenteschi da camera. Si è poi perfezionato in direzione d'orchestra, col maestro Franco Ferrara, nel corso internazionale presso la Fenice di Venezia dove nel 1976 ha diretto la sinfonia de La battaglia di Legnano al Teatro Corso di Mestre, nel 1977 Romeo e Giulietta nel Palazzetto dello Sport di Conegliano Veneto ed a Venezia ed un concerto nel Cinema Teatro Pellico di Portogruaro ed ha fatto Assistente del direttore d'orchestra (Gabriele Bellini) ne L'incoronazione di Poppea. Si è perfezionato anche all'Accademia Nazionale di Santa Cecilia,[2] dove fu l'unico studente a cui fu chiesto di dirigere la prestigiosa orchestra.

Diresse la sua prima opera, Simon Boccanegra, all'età di 23 anni nel luglio 1978 allo Sferisterio di Macerata con Renato Bruson, Cesare Siepi ed Ilva Ligabue,[3][4] ed iniziò ben presto a tenere concerti in svariati teatri d'opera italiani e non.

Nel 1979 al Teatro La Fenice ha diretto due concerti ed Il Turco in Italia con Giorgio Tadeo, Luigi Alva ed Alessandro Corbelli a Venezia.

Nel 1980 ha diretto l'Aida al Teatro Massimo Vittorio Emanuele di Palermo dove è stato ingaggiato da Seefelner per il Wiener Staatsoper.

Alla Piccola Scala nel 1981 ha diretto la prima assoluta di Il sosia di Flavio Testi. A Vienna nello stesso anno ha diretto La Cenerentola con Enzo Dara, Giuseppe Taddei ed Agnes Baltsa.

All'Opernhaus Zürich nel 1982 dirige Il barbiere di Siviglia (Rossini) con Edita Gruberova. Al King's Theatre di Edimburgo nello stesso anno dirige La pietra del paragone nella trasferta della Scala con Gloria Banditelli, Justino Díaz, Claudio Desderi ed Armando Ariostini. Al Gran Teatre del Liceu ancora nel 1982 dirige Don Carlo con Montserrat Caballé, José Carreras, Leo Nucci e Martti Talvela.

Ancora per la Scala nel 1983 dirige La pietra del paragone anche alla Piccola Scala ed Il barbiere di Siviglia al Teatro Nazionale (Milano), nel 1984 Don Pasquale al Teatro alla Scala con Sesto Bruscantini, Angelo Romero, Pietro Ballo e Lucia Aliberti e nel 1987 la prima assoluta di Riccardo III di Flavio Testi.

Nel 1985 ha debuttato a Parigi con l'Orchestre National de France e Yo Yo Ma come solista.  Roberto Abbado ha diretto molte delle più importanti orchestre in Europa, tra cui Royal Concertgebouw di Amsterdam, l'Orchestre de Paris, Filarmonica della Scala, Orchestra dell'Accademia di Santa Cecilia, Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, la Staatskapelle Dresden, la Gewandhaus Orchester di Lipsia , la Israel Philharmonic Orchestra, la NDR Symphony Orchestra (Amburgo), Rotterdam Philharmonic Orchestra, Vienna Symphony Orchestra, Swedish Radio Symphony Orchestra, Chamber Orchestra of Europe. 

Dal 1987 al 1989 dirige al Teatro Municipal di Santiago del Cile.

Nel 1989 dirige Adriana Lecouvreur (opera) all'Opera di Stato della Baviera con Mirella Freni e Plácido Domingo.

Ancora per La Fenice nel 1990 dirige un concerto nella Chiesa della Pietà (Venezia) e La traviata con Giusy Devinu, Roberto Alagna e Giorgio Zancanaro.

È stato direttore stabile della Münchner Rundfunkorchester (l'orchestra della radio di Monaco di Baviera) tra il 1991 e il 1998.[5]

Al Metropolitan Opera House di New York debutta nel 1994 con Adriana Lecouvreur con la Freni, Stefania Toczyska e Sherrill Milnes.

Per l'Opéra National de Paris debutta nel 1995 all'Opéra Bastille con Lucia di Lammermoor con Mariella Devia e Domingo.

Nel 1996 torna al Metropolitan con Fedora (opera) con la Freni, Domingo, Ainhoa Arteta e Charles Anthony Caruso.

Ancora alla Scala nel 1997 dirige La Gioconda con Nicolai Ghiaurov e José Cura.

Nel 1998 torna a Vienna con I vespri siciliani con Bruson, Ferruccio Furlanetto e Carol Vaness ed al Teatro della Pergola di Firenze dirige Le Comte Ory con Juan Diego Flórez e Bruno de Simone.

Nel 1998 ha debuttato con successo alla Boston Symphony Orchestra,  dando il via alla sua carriera sinfonica negli USA. Ha inoltre diretto numerosi concerti con la Philadelphia Orchestra, la Chicago Symphony Orchestra, San Francisco Symphony Orchestra, Cleveland Orchestra, la New York Philharmonic Orchestra, Atlanta Symphony Orchestra, National Symphony Washington DC, Los Angeles Philharmonic Orchestra, Minnesota Orchestra, Houston Symphony Orchestra, St. Louis Symphony Orchestra, Seattle Symphony Orchestra, la Cincinnati Symphony Orchestra, la Baltimore Symphony Orchestra, Orchestra Sinfonica di Pittsburgh, Detroit Symphony Orchestra, la Montreal Symphony Orchestra, la Toronto Symphony Orchestra.

Nel 2000 torna al Met dirigendo La traviata con Vladimir Chernov.

Al Teatro Comunale di Firenze nel 2001 dirige Attila (opera) con Ferruccio Furlanetto e Dimitra Theodossiou.

Al Teatro Regio di Torino nel 2003 dirige Simon Boccanegra con Juan Pons, Barbara Frittoli e Vincenzo La Scola.

Nel 2003 dirige due concerti Washington National Opera con la National Symphony Orchestra uno con la violinista Anne Akiko Meyers ed uno con Jean-Yves Thibaudet e al Walt Disney Concert Hall con la Los Angeles Philharmonic Orchestra.

Nuovamente alla Scala nel 2004 dirige un concerto dell'Orchestra sinfonica nazionale della RAI, nel 2005 due concerti con la Filarmonica della Scala uno dei quali trasmesso da Retequattro, nel 2006 un concerto con Mario Brunello, tre concerti con la Filarmonica della Scala ed il Coro del Teatro alla Scala e Lucia di Lammermoor con Roberto Frontali e Patrizia Ciofi e nel 2007 la prima assoluta di Teneke di Fabio Vacchi con Nicola Ulivieri.

A Firenze torna nel 2005 con I Lombardi alla prima crociata con Ramón Vargas.

Dal 2005 dirige la Saint Paul Chamber Orchestra.

Il 30 e 31 dicembre 2007 ed il 1º gennaio 2008 dirige il Concerto di Capodanno di Venezia con la Frittoli, Ferruccio Furlanetto e Marcello Giordani in diretta Rai 1.

Nel 2008 torna al Met dirigendo Ernani con Giordani, Thomas Hampson (cantante) e Ferruccio Furlanetto.

Al Teatro Goldoni (Firenze) nel 2008 dirige Phaedra di Hans Werner Henze con Natascha Petrinsky e Cinzia Forte ed a Torino la prima al Regio di La clemenza di Tito con Giuseppe Filianoti e Carmela Remigio.

Al Rossini Opera Festival di Pesaro nel 2008 dirige Ermione (opera) con Sonia Ganassi e Gregory Kunde, nel 2009 Zelmira con Florez e nel 2011 Mosè in Egitto con l'Orchestra e Coro del Teatro Comunale di Bologna, la Ganassi e Riccardo Zanellato.

Al Teatro Comunale di Bologna nel 2008 dirige Der Vampyr di Heinrich Marschner con la Remigio, nel 2013 Macbeth (opera) con Jennifer Larmore, portata anche al Teatro Municipale (Reggio Emilia) e nel 2014 Parsifal (opera) con Lucio Gallo.

Sempre nel 2008 è stato premiato con il Premio Franco Abbiati della critica musicale italiana.

A Parigi torna nel 2010 dirigendo La donna del lago con Daniela Barcellona e nelle repliche Florez e Joyce DiDonato.

Alla Scala nel 2011 dirige un concerto e La donna del lago con il cast parigino.

Nel 2012 a Firenze dirige Anna Bolena (opera) con la Devia, la Ganassi e Roberto Scandiuzzi, a Palermo La damnation de Faust, al Teatro Petruzzelli Don Giovanni (opera) ed al Teatro dell'Opera di Roma La Gioconda con Scandiuzzi e Claudio Sgura.

Nel 2013 dirige La traviata con Carmen Giannattasio nella trasferta del Teatro San Carlo al Hong Kong Arts Festival e Così fan tutte con Anna Bonitatibus e Veronica Cangemi a Bari.

Nel 2014 dirige Maometto secondo a Roma.

Discografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

  • Puccini, Turandot- Roberto Abbado/Münchner Rundfunkorchester/Eva Marton/Ben Heppner/Margaret Price, 1993 Sony/RCA
  • Bellini: I Capuleti e i Montecchi - Roberto Abbado/Münchner Rundfunkorchester/Vesselina Kasarova/Eva Mei/Ramón Vargas/Umberto Chiummo/Simone Alberghini, 1998 Sony/RCA
  • Donizetti: Don Pasquale - Roberto Abbado/Münchner Rundfunkorchester/Renato Bruson/Eva Mei/Frank Lopardo/Thomas Allen, 1994 Sony/RCA
  • Rossini: Tancredi - Roberto Abbado/Münchner Rundfunkorchester/Vesselina Kasarova/Eva Mei/Ramón Vargas/Veronica Cangemi, 1996 Sony/RCA
  • Florez, Arias for Rubini (Rossini/Bellini/Donizetti) - Roberto Abbado/S. Cecilia, 2007 Decca
  • Flórez, L'amour - Roberto Abbado/Orch. Bologna, 2013 Decca
  • Garanca, Bel Canto - Elīna Garanča/Filarmonica del Teatro Comunale di Bologna/Roberto Abbado, 2009 Deutsche Grammophon
  • Luca Francesconi: Cobalt Scarlet - Rest - Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI/Anssi Karttunen/Roberto Abbado, 2005 Milano Dischi

DVD & BLU-RAY parziale[modifica | modifica wikitesto]

  • Giordano, Fedora - Abbado Roberto/Freni/Domingo, 1997 Deutsche Grammophon
  • Rossini, Zelmira - Roberto Abbado/Florez/Aldrich/Kunde, 2009 Decca
  • Rossini, Ermione - Roberto Abbado/Ganassi/Kunde, 2009 Dynamic
  • Rossini, Mosé in Egitto- Roberto Abbado/Ganassi/Zanellato/Korchak, 2012 Opus Arte

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giuseppina Manin, Roberto Abbado: cultura ai giovani, Milano resista alla crisi, basta tagli, Corriere della Sera, 26 febbraio 2009. URL consultato il 17 gennaio 2014.
  2. ^ Roberto Abbado - Direttore d’orchestra, Teatro Comunale di Bologna, settembre 2013. URL consultato il 17 gennaio 2014.
  3. ^ Leonetta Bentivoglio, Roberto Abbado torna alle origini - Amo Boccanegra e la sua utopia, La Repubblica, 6 ottobre 2003. URL consultato il 17 gennaio 2014.
  4. ^ Susanna Franchi, Roberto Abbado: le tre dimensioni dell’opera, Sistema Musica, ottobre 2003. URL consultato il 17 gennaio 2014.
  5. ^ ROBERTO ABBADO AL TEATRO MASSIMO, Ufficio Stampa Teatro Massimo di Palermo, 19 ottobre 2005. URL consultato il 17 gennaio 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 24794465 LCCN: nr91041532