Robert Kells

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Robert Kells
7 aprile 1832 - 14 aprile 1905
Nato a Meerut, India britannica
Morto a Lambeth, Inghilterra
Dati militari
Paese servito Regno Unito Regno Unito
Forza armata Flag of the British East India Company (1801).svg British Army
Unità 9th Lancers
1st Bengal European Light Cavalry
19th Hussars
Yeomen of the Guard
Grado Sergente
Guerre Seconda guerra Anglo-Sikh
Moti indiani del 1857
Decorazioni Victoria Cross

[senza fonte]

voci di militari presenti su Wikipedia

Robert Kells (Meerut, 7 aprile 1832Lambeth, 14 aprile 1905) è stato un militare inglese insignito con la Victoria Cross, l'onorificenza più alta e prestigiosa per il valore di fronte al nemico che può essere concessa alle forze britanniche e del Commonwealth.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Kells aveva 25 anni ed era Lance Caporal nel 9th Queen's Royal Lancers durante i Moti indiani del 1857: il 28 settembre 1857 a Bolandshahr, in India, compì il gesto che gli meritò l'alta onorificenza:

« Per il notevole coraggio a Bolundshahur, il 28 settembre 1857, nella difesa contro un numero di nemici del suo comandante, il capitano Drysdale, che giaceva in una strada con la sua clavicola rotta, essendo stato colpito dal proprio cavallo, e rimanendo con lui fino a che il pericolo non era cessato.
Dispaccio dal Maggior Generale Sir James Hope Grant, K.C.B., in data 8 aprile 1857.[1] »

In seguito entrò nel 1st Bengal European Light Cavalry (che nel 1862 divenne il rinominato 19th Hussars) e raggiunse il grado di sergente. Tornato a vita civile nel 1868, nel 1881 fu nominato Yeomen of the Guard, con lettera datata 1 º gennaio 1881 da St. James Palace, a Londra, quartier generale della Guardia.

La sua medaglia è in mostra oggi presso il museo del reggimento 9th/12th Lancers nel Derby Museum and Art Gallery.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Victoria Cross - nastrino per uniforme ordinaria Victoria Cross
«Per il notevole coraggio a Bolundshahur, il 28 settembre 1857, nella difesa contro un numero di nemici del suo comandante, il capitano Drysdale, che giaceva in una strada con la sua clavicola rotta, essendo stato colpito dal proprio cavallo, e rimanendo con lui fino a che il pericolo non era cessato.
Dispaccio dal Maggior Generale Sir James Hope Grant, KCB., in data 8 aprile 1857.»

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ London Gazette, 24 dicembre 1858