Robert Dicke

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Robert Dicke (Saint Louis, 6 maggio 1916Princeton, 4 marzo 1997) è stato un fisico sperimentale statunitense che diede importanti contributi nel campo dell'astrofisica, fisica atomica, cosmologia e gravità.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Dicke completa il suo dottorato nel 1939 alla University of Rochester in fisica nucleare. Durante la seconda guerra mondiale lavora al laboratorio di radiazioni del MIT dove lavora allo sviluppo del radar e progetta il radiometro Dicke, un ricevitore di microonde che usò per prevedere il limite di temperatura che avrebbe potuto avere la radiazione cosmica di fondo, a quel tempo soltanto prevista e poi scoperta nel 1964 da Arno Penzias e Robert Woodrow Wilson.[1]

Attività[modifica | modifica sorgente]

Nel 1946 torna alla Princeton University, dove aveva conseguito il grado Bachelor e dove rimarrà per il resto della sua carriera. Fece alcuni lavori nel campo della fisica atomica, particolarmente sui laser e la misurazione del rapporto giromagnetico dell'elettrone. Lui passò il resto della sua attività lavorativa a sviluppare un programma di test di precisione sulla relatività generale usando una struttura del principio di equivalenza.

Con Carl H. Brans sviluppò la teoria di Brans-Dicke, una modificazione della violazione del principio di equivalenza della relatività generale ispirata dalle tante ipotesi di Paul Dirac e dal principio di Mach.

Dicke misurò anche l'ellitticità solare che fu utile nella comprensione della precessione del perielio dell'orbita di Mercurio. Insieme a Philip James Edwin Peebles fu determinante nel trasformare la cosmologia in un fondamentale campo d'indagine nella fisica.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) A.A. Penzias, R.W. Wilson, A Measurement of Excess Antenna Temperature at 4080 Mc/s in Astrophysical Journal, vol. 142, 1965, pp. 419–421, DOI:10.1086/148307.

Controllo di autorità VIAF: 71468705 LCCN: n86811233