Robby Starbuck

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Robby Starbuck sul set

Robby Starbuck (27 febbraio ...) è un regista statunitense, attivo specialmente come regista di video musicali. Ha lavorato con artisti come Akon, Asking Alexandria, August Burns Red, Escape the Fate, Silverstein, Smashing Pumpkins e Yellowcard. È presidente della propria azienda di produzione, la Robby Starbuck Media.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

All'età di 12 anni, ha stretto un accordo con i propri genitori basato sul fatto di emanciparlo legalmente non appena terminata la high school; a soli 15 anni, così, è riuscito a concludere gli studi presso la high school.[1] Ha poi proseguito gli studi al Saddleback College tra il 2002 ed il 2004, frequentando psicologia e teologia, perché secondo lui capire le radici dell'esistenza umana è di notevole aiuto durante il concepimento di un video o di un film.[2] Dopo alcune esperienze di lavoro sia in proprio (fonda la sua impresa nel 2005) sia per conto di altri, riceve alcune offerte di contratto da parte di importanti aziende del settore, ma nel 2009 decide di portare avanti la sua impresa, la Robby Starbuck Media, e di lavorare autonomamente.[3]

Nel 2010 è stato inserito nella lista 2010 40 Under 40, una lista delle migliori 40 persone di successo sotto i 40 anni nell'Orange County stilata dalla rivista OC Metro.[4] In quell'anno ha diretto le riprese per Decade (Live at the El Mocambo), un DVD live dei Silverstein: la band, in occasione dei 10 anni di carriera, ha suonato a El Mocambo, un locale della loro hometown Toronto, per 4 serate consecutive, eseguendo un album della loro discografia per intero ogni serata. Nell'occasione Robby ha anche rimediato una polmonite a causa del freddo.[3]

Nel 2011 ha ricevuto due nomination per i MuchMusic Video Awards, per il suo video di Stadium Love dei Metric. Nello stesso anno, è stato il primo regista ad usare una RED Epic al mondo per le riprese di un video/cortometraggio musicale (nell'occasione, quello per Owata degli Smashing Pumpkins).[2] Il 17 ottobre 2012 ha pubblicato un articolo sul proprio blog intitolato "The Problem with Music Videos" ("Il problema dei video musicali"), in cui discuteva su come spesso i direttori dei video musicali fossero limitati nel loro lavoro e non potessero esprimere appieno la propria arte e la propria creatività a causa delle continue ingerenze delle band e delle case discografiche riguardanti le scelte per i soggetti e gli svolgimenti dei video, non lasciando così la possibilità al direttore di svolgere bene il suo lavoro.[5] L'articolo ha ricevuto numerosi elogi e consensi da altri direttori di video musicali, la maggior parte dei quali ha dovuto affrontare i medesimi problemi nel corso degli anni.[6]

Ha dichiarato di essere influenzato da registi come Mark Romanek, David Lynch, Chris Nolan, Quentin Tarantino, David Fincher e Jonas Akerlund.[3] Ha parlato del suo obiettivo nel girare un video come quello di "lasciare (lo spettatore) in un vortice di realtà leggermente contorta e dipingere nella sua mente un'immagine che resti per sempre".[7] Secondo quanto ha affermato, inoltre, la sua opera è sempre ispirata dalle dicotomie.[8]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

È sposato dal 21 gennaio 2008 con la cantante Landon Newsom, in arte Matriarch. Con lei vive a Huntington Beach e non a Los Angeles perché ha sempre ritenuto la Orange County un posto molto bello e sottovalutato; inoltre non voleva che sua figlia crescesse nella vicina Los Angeles, città in cui Starbuck lavora. La figlia Scarlette, avuta da sua moglie, è nata nel 2008 (il 2 dicembre), quando Starbuck aveva soli 20 anni.[1] In seguito la coppia ha avuto un altro figlio, Liam, nato il 16 febbraio 2013.[9] Robby ama vestire di nero[7] e nel tempo libero si esercita a sparare con la pistola.[10]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

DVD musicali[modifica | modifica wikitesto]

Video musicali[modifica | modifica wikitesto]

Altro[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Cover Story - Robby Starbuck (2) www.ocmetro.com
  2. ^ a b PRINT CONTINUATION: ROBBY STARBUCK. EXCLUSIVE OH SLEEPER AND YELLOWCARD PHOTOS www.substreammusicpress.com
  3. ^ a b c Interview: Robby Starbuck www.alterthepress.com
  4. ^ Cover Story - Robby Starbuck www.ocmetro.com
  5. ^ The Problem with Music Videos robbystarbuck.tumblr.com
  6. ^ Robby Starbuck on 'The Problem with Music Videos' imvdb.com
  7. ^ a b Robby Starbuck www.rsmcreative.com
  8. ^ Biography www.robbystarbuck.com
  9. ^ Tweet twitter.com
  10. ^ Robby Starbuck ventsmagazine.com

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]