Robby Krieger

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Robert Alan Krieger
Robby Krieger nel 2007
Robby Krieger nel 2007
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Rock and roll
Rock psichedelico
Acid rock
Blues rock
Periodo di attività 1965 – Presente
Strumento Chitarra
Gruppi The Psychedelic Rangers
The Doors
The Butts Band
The Doors of the 21st Century
Riders on The Storm
Album pubblicati 48
Studio 9
Live 4
Raccolte 21
Sito web

Robert Alan "Robby" Krieger (Los Angeles, 8 gennaio 1946) è un chitarrista statunitense.

Famoso per esser stato il chitarrista del gruppo rock The Doors. Con il suo stile unico nel rock riuscì ad unire e ad amalgamare i suoni dell'organo di Manzarek, la pulsante batteria di Densmore e la voce mistica di Morrison. Le note della sua chitarra erano lente con riff pacati e un ritmo tipico del flamenco. Inoltre è 91° nella classifica de "I 100 migliori chitarristi di tutti i tempi " redatta dalla rivista Rolling Stone.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi[modifica | modifica wikitesto]

Robby Krieger imparò a suonare la chitarra durante la frequentazione alla Menlo School di San Francisco. Iniziò accordando un ukulele con le tonalità più basse della chitarra, e imitando così un disco di flamenco. Più tardi acquistò una chitarra da flamenco durante le vacanze di Natale a Puerto Vallarta nel 1963, e imparò la tecnica senza aver bisogno di lezioni. Si stancò subito comunque di suonare la chitarra da flamenco, ed allora collaborò alla formazione di una jug band chiamata The Back Bay Chamberpot Terriers with Bill Wolff (successivamente chiamata The Peanut Butter Conspiracy), per esprimere la sua musica. Dopo aver assistito ad un concerto di Chuck Berry, decise di voltare pagina, e scambiò la sua chitarra da flamenco con una Gibson SG. Grazie ai suoi studi di fisica e di musica indiana all'università, iniziò a suonare in qualche band con amici, e a volte anche con un batterista conosciuto anni prima, John Densmore. I due iniziarono a fare qualche jam blues, anche se l'interesse di Krieger per la musica indiana lo portò più tardi ad iniziare a suonare il sitar alla Kinnara School, fondata da Ravi Shankar. Partecipava anche a lezioni di meditazione, e proprio ad una di queste lezioni Krieger conobbe Ray Manzarek. Manzarek convinse Krieger a provare insieme a lui ed a un poeta/cantante con il quale egli collaborava già da un po' di tempo, Jim Morrison.

The Doors[modifica | modifica wikitesto]

Le prime prove si svolgono senza Krieger, in questo momento il gruppo è composto da Jim Morrison voce, Ray Manzarek piano, John Densmore batteria, Rick Manzarek chitarra, Jim Manzarek armonica a bocca e da una ragazza di nome Pat Sullivan[1] al basso. Il sestetto registra sei canzoni al World Pacific Jazz Studios Moonlight Drive, Hello, I Love You, Summer's Almost Gone, My eyes Have Seen You, The End Of The Night, e Go Insane(A Little Game) quindi stampa qualche acetato per procurarsi degli ingaggi. Il battesimo di Krieger avviene qualche settimana dopo in un provino per il pezzo Moonlight Drive, egli dimostra la sua abilità nell'usare la chitarra slide, l'invito ad unirsi alla band è immediato. Fu John Densmore a chiedere a Krieger di entrare a far parte della formazione. Questo è il momento della nascita dei The Doors e siamo nel 1965. Dopo una gavetta nei club e concerti procurati dalla schiera di amici i The Doors vengono ingaggiati al London Fog[2] e più tardi al leggendario Whisky a Go Go[3] e dopo essersi fatti un nome grazie ai loro memorabili concerti a Los Angeles, i quattro vengono messi sotto contratto nel 1966 dalla Elektra Records, e il 4 gennaio del 1967 pubblicano il loro primo album, The Doors. Il disco diventerà successivamente uno dei classici del rock di tutti i tempi, anche grazie a pezzi come Light my Fire, la cui musica fu scritta proprio da Krieger. Successivamente nel giro di tre anni i Doors pubblicano altrettanti album, che comprendono molte canzoni ormai ritenute classiche, ma questi non riusciranno mai ad eguagliare il successo del loro album di debutto. Agli inizi degli anni settanta produrranno due album che li riporteranno all'attenzione di tutti, Morrison Hotel del 1970 e L.A. Woman del 1971. Nello stesso anno il cantante Jim Morrison morirà in circostanze ancora avvolte da un alone di mistero. Il gruppo tentò di continuare la carriera e pubblicò sempre nel 1971 Other Voices e nel 1972 Full Circle. Fu quello l'ultimo album prima dello scioglimento definitivo del gruppo.

Dopo i Doors[modifica | modifica wikitesto]

Robby Krieger continuò a suonare anche dopo lo scioglimento dei Doors. Formò i The Butts Band con il batterista Densmore, e successivamente pubblicò vari album solisti, tra i quali ricordiamo Robby Krieger & Friends del 1977, Versions del 1983 e No Habla del 1986. Ha anche continuato la sua attività dal vivo, e la collaborazione con altre band come i Blue Öyster Cult.

Krieger è stato anche per alcuni concerti per la canzone Take it as it Comes seconda chitarra dei Ramones durante il 1992.

Nel 2002 ha riformato i Doors insieme a Manzarek, con alla voce Ian Astbury dei Cult e inizialmente Stewart Copeland dei Police alla batteria, per effettuare registrazioni e concerti dal vivo.

Nel 2011 produsse un singolo assieme a Skrillex, noto artista di musica Dubstep, il brano Break'n A Sweat.

Altro[modifica | modifica wikitesto]

Sul finire degli anni '60 Robby Krieger e John Densmore compaiono come produttori di un album per il gruppo The Comfortable Chair sotto l’egida della casa Ode.

The Comfortable Chair - Line-up

  • Bernie Schwartz - voce
  • Barbara "Baczek" Wallace - voce
  • Gene Garfin- chitarra
  • Gary Davis - basso
  • Warner Davis - batteria
  • Tad Baczek - tastiere

Nel 1980 la Planet pubblica Sharp Cuts, antologia di vari autori: si tratta di un LP di prova dove il brano dei Willys (She's Illegal) si avvale della co-produzione di Robby Krieger.

The Willys - Line-up

  • Chas. Duncan - chitarra, voce
  • Stevo - tastiere, voce
  • Marten Ingle - basso, voce
  • Kyle C. Kyle - batteria

Apparizioni in compilation[modifica | modifica wikitesto]

Strumentazione[modifica | modifica wikitesto]

Chitarre:

  • Varie Gibson SG "Diavoletto" con leva del tremolo. Durante l'era dei Doors, Krieger utilizzò tre differenti SG. La prima, una Gibson SG Special del 1965 (fu la sua SG principale, usata ad esempio nell'esibizione alla PBS e all'Ed Sullivan Show) fu rubata al termine della carriera musicale del gruppo. La seconda, una Gibson SG Standard del 1967, fu usata occasionalmente (compare nel concerto all'Hollywood Bowl del 5 luglio 1968). La terza, una Gibson SG Special del 1967 (differente dall'altra SG Special per via del battipenna più largo), fu usata molto raramente dal vivo all'inizio del 1968. Compare invece in diverse foto durante le registrazioni dell'album "Strange Days".
  • Gibson "Les Paul" modello "Standard"
  • 2 Gibson "ES-335"
  • Chitarra flamenca Josè Ramirez.

Amplificazione:

  • Fender valvolari (attualmente usa due "Hot Rod Deville")
  • Testata Acoustic "260" usata con una cassa Acoustic 2x15" "261" (la medesima combinazione veniva usata anche da Ray Manzareck con l'organo).

Effetti: Krieger, al tempo dei Doors, usava tre pedali di fuzz della "Maestro" tra cui due "Fuzz Tone".

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Who was The Doors bass player?. URL consultato il 20 giugno 2008.
  2. ^ The Doors At The London Fog
  3. ^ The Doors At The Whisky

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 37113757 LCCN: n94064103