Rivolta contro il mondo moderno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rivolta contro il mondo moderno
Autore Julius Evola
1ª ed. originale 1934
Genere Saggio
Lingua originale italiano

Rivolta contro il mondo moderno è un libro del filosofo e pensatore tradizionale Julius Evola, considerato unanimemente la sua opera più importante. Pubblicata per la prima volta dall'editore Hoepli di Milano nel 1934, è stata successivamente tradotta in varie lingue.

L'opera[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di uno studio di morfologia delle civiltà e di filosofia della storia. Il termine rivolta, come dice lo stesso Evola, non corrisponde al contenuto: «perché non si tratta di uno scritto polemico, l'istanza polemica, la "rivolta", se mai, è implicita, è una ovvia conseguenza».[1]

L'opera è suddivisa in due parti: la prima si intitola Il mondo della tradizione, la seconda Genesi e volto del mondo moderno.

La prima parte è interamente dedicata ad uno studio comparato delle dottrine delle civiltà tradizionali in cui l'autore indica i principi fondamentali secondo cui si manifesta la vita dell'uomo tradizionale: la dottrina delle due nature, l'esistenza di un ordine fisico e di uno metafisico. Segue l'indicazione del modo con cui l'uomo della tradizione concepisce il diritto, la legge, la guerra, la proprietà, le relazioni fra i sessi, l'immortalità e la razza.

La seconda parte contiene invece un'interpretazione della storia su base tradizionale: si parte dalle origini dell'uomo per arrivare al concetto moderno di evoluzione in senso darwiniano che, secondo la tradizione, è considerato un regresso, un'involuzione. L'autore traccia un affresco della storia letta secondo lo schema ciclico tradizionale delle quattro età: oro, argento, bronzo e ferro nella tradizione occidentale (Esiodo) e satya, treta, dvapara e Kali Yuga in quella orientale (induismo).

Le edizioni di Rivolta[modifica | modifica wikitesto]

In Italia[modifica | modifica wikitesto]

  • I ed.: Urlico Hoepli Editore, Milano, 1934
  • II ed. riveduta ed ampliata: Fratelli Bocca Editori, Milano, 1951
  • III ed. riveduta: Edizioni Mediterranee, Roma, 1969
  • Ristampe: 1974, 1976, 1978, 1980, 1982, 1984, 1993, 1995, 1996, 1997
  • IV ed. corretta: Edizioni Mediterranee, Roma, 1998

All'estero[modifica | modifica wikitesto]

  • Ed. tedesca rielaborata: Erhebung wider die modern Welt, Deutche Verlags-Anstalt, Berlino-Stoccarda, 1935
  • Ed. canadese: Révolte contre le monde moderne, Les Editions de l'Homme, Montreal, 1972
  • Ed. svizzera aggiornata: Revolte gegen die modern Welt, Ansata-Verlag, Interlaken, 1982
  • Ed. francese: Révolte contre le monde moderne, Éditions L'Âge d'Homme, Parigi-Losanna, 1992
  • Ed. svizzera (anastatica): Revolte gegen die modern Welt, Arun-Verlag, Vilsbiburg, 1993
  • Ed. argentina: Rebelión contra el mundo moderno, Ediciones Heracles, Buenos Aires, 1994
  • Ed. turca: Modern Dünyaya Baskaldiri, Insan Yayinlari, Istanbul, 1994
  • Ed. americana: Revolt against the Modern World, Inner Traditions International, Richester (Vermont), 1994
  • Ed. ungherese: Lázadás a modern világ ellen, Kötet Kiadó, Budapest, 1997
  • Ed. tedesca aggiornata: Revolte gegen die moderne Welt, Arun-Verlag, Engerda, 1997

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Julius Evola, Il cammino del cinabro, Milano, Scheiwiller, 1963, p. 71.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • René Guénon, De la crise à la révolte, in "Le Voile d'Isis", Parigi, maggio 1934.
  • Gottfried Benn, Sein und Werden, in "Die Literatur", Stoccarda, marzo 1935.
  • Mircea Eliade, Revolta contra lumii moderne, in "Vremea", VIII, n. 382, Bucarest, marzo 1935, p. 5.
  • Alessandro Grossato, René Guénon e la revisione delle bozze di Rivolta, in Appendice a Julius Evola, Rivolta contro il mondo moderno, 4a ed., Roma, Mediterranee, 1998, pp. 413-420.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]