Ritratto di Carlo I con M. de Saint-Antonie suo maestro di equitazione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ritratto di Carlo I con M. de Saint-Antonie
suo maestro di equitazione
Ritratto di Carlo I con M. de Saint-Antonie suo maestro di equitazione
Autore Antoon van Dyck
Data 1636
Tecnica olio su tela
Dimensioni 368,4 cm × 269,9 cm 
Ubicazione Castello di Windsor, Windsor

Il quadro fu eseguito da van Dyck assieme ad un altro ritratto equestre di Carlo I d'Inghilterra, Carlo I a cavallo. Il sovrano è rappresentato su un grande destriero bianco mentre attraversa un arco di trionfo. Carlo veste un'armatura da parata con il nastro dell'Ordine della Giarrettiera e regge il bastone del comando militare. A destra del sovrano, sotto il grande drappo verde simbolo della potenza regia (Ritratto di Rupert del Reno), van Dyck ritrae M. de Saint-Antonie, maestro personale di equitazione e staffiere del re, il quale regge tra le mani l'elmo di Carlo e volge lo sguardo verso il sovrano.

Sulla sinistra del dipinto, appoggiato a terra, figura un grande stemma raffigurante i simboli regi di Casa Stuart, sormontato da una grande corona. Il presente è il primo ritratto equestre del sovrano realizzato da van Dyck e richiama fortemente al Ritratto del duca di Lerma realizzato da Rubens; è chiaro tuttavia anche il rimando a un precedente ritratto di van Dyck, il Ritratto equestre di Anton Giulio Brignole-Sale realizzato durante il periodo genovese.

Confronti[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gian Pietro Bellori, Vite de' pittori, scultori e architecti moderni, Torino, Einaudi, 1976.
  • Didier Bodart, Van Dyck, Prato, Giunti, 1997.
  • Justus Müller Hofstede, Van Dyck, Milano, Rizzoli/Skira, 2004.
Pittura Portale Pittura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Pittura