Ritratto di Bernhart von Reesen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ritratto di Bernhart von Reesen
Ritratto di Bernhart von Reesen
Autore Albrecht Dürer
Data 1521
Tecnica olio su tavola di rovere
Dimensioni 46 cm × 32 cm 
Ubicazione Gemäldegalerie, Dresda

Il Ritratto di Bernhart von Reesen è un dipinto a olio su tavola di rovere (46x32 cm) di Albrecht Dürer, databile al 1521, e conservato nella Gemäldegalerie di Dresda.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'opera venne eseguita durante il viaggio di Dürer nei Paesi Bassi (1520-1521). Il 16 marzo 1521 l'artista annotò di aver ritratto ad Anversa un certo Bernahrt von Resten, venendo pagato otto fiorini di compenso ed alcuni regalini per la moglie e la domestica. Non conoscendosi alcun personaggio con tale nome, si è arrivati alla conclusione che possa trattarsi di Bernhart von Reesen, un ricco mercante di Danzica attivo nel cosmopolita porto fiammingo. Altri lo identificano invece con Bernard van Orley, pittore di Bruxelles.

Descrizione e stile[modifica | modifica wikitesto]

Il personaggio è ritratto a mezzo busto girato a sinistra su sfondo rosso. La sua figura occupa tutto il dipinto, concentrandosi soprattutto sul volto, incorniciato dal cappello a larghe falde nero e dalla giubba foderata di pelliccia dello stesso colore. I capelli biondi e ondulati a caschetto coprono le orecchie; il volto, dai tratti energici, ha gli zigomi molto pronunciati, il naso robusto, le labbra carnose, il mento sporgente. L'aspetto severo degli abiti è ravvivato dalla camicia bianca, col collo finemente pieghettato.

Le mani compaiono appoggiate al bordo inferiore, come nella tradizione fiamminga, e reggono un cartiglio dove è vergato, forse, l'indirizzo dell'uomo, come su una lettera.

La linea spiovente delle spalle ricalca quella delle falde del cappello, generando una rispondenza ritmica che si ritrova anche nel Ritratto di sconosciuto al Museo del Prado, di qualche anno dopo.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Costantino Porcu (a cura di), Dürer, Rizzoli, Milano 2004.
Pittura Portale Pittura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Pittura