Rita (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rita
Paese di produzione Italia
Anno 2009
Durata 19 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Fabio Grassadonia e Antonio Piazza
Sceneggiatura Fabio Grassadonia e Antonio Piazza
Produttore Massimo Cristaldi e Fabrizio Moscaco
Casa di produzione Cristaldi Pictures
Fotografia Olaf Hirschberg
Montaggio Desideria Rayner
Scenografia Cesare Inzerillo
Costumi Marilena Manzella
Interpreti e personaggi

Rita è un cortometraggio drammatico del 2009 diretto da Fabio Grassadonia e Antonio Piazza. È un film realizzato dal punto di vista di una persona cieca. Il film ha ricevuto il premio per il miglior cortometraggio al Festival de Cine Italiano de Madrid 2011[1].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Rita è una ragazza cieca. Vive con la madre autoritaria, una donna estremamente protettiva che la tiene chiusa in casa. Ma Rita sogna la libertà, e ha carattere. Vivendo in Sicilia il suo sogno è di potersi recare al mare non lontano da dove abita. La madre però non ne tiene conto, come non prende in considerazione gli altri desideri di Rita.

Un giorno un ragazzo in fuga arriva a casa della giovane. Non è chiaro se il ragazzo esista o se sia frutto dell'immaginazione di Rita. Quest'ultima chiede al ragazzo di portarla al mare, lo segue, e poi gli chiede di insegnarle a nuotare. Nell'acqua, per la prima volta nella sua vita, Rita prova la libertà. Poi il ragazzo sparisce e Rita si ritrova sola a casa – magari è solamente tornata dal suo sogno.

Durante tutto il film sullo schermo si vede solo il viso di Rita. Lo spettatore vorrebbe vedere ciò che si trova attorno a lei – sua madre, il ragazzo, il mare – però non può. Lo spettatore, come la protagonista cieca, è costretto ad ascoltare e immaginare. Percepire le voci, i rumori e ogni tanto il suono della mano della mamma che accarezza il viso della giovane. Le espressioni straordinarie dell'attrice permettono allo spettatore di capirne le emozioni, sentimenti e reazioni, che costituiscono l'essenza del film.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Scheda film, Festival de Cine Italiano de Madrid. URL consultato il 1 giugno 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema