Risposta flessibile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La risposta flessibile era una strategia difensiva messa in atto negli anni sessanta dal presidente americano John Kennedy.

Con questa soluzione tattica, Kennedy decise di rispondere con mezzi proporzionali alla minaccia e non secondo i canoni della rappresaglia massiccia ad ogni azione nemica, la cosiddetta Rappresaglia Massiccia di Dulles. La nuova dottrina strategica prevede uno scontro con armi tattiche, strategiche e nucleari. Questa nuova idea ha una serie di implicazioni, ha un costo molto più elevato ma allo stesso tempo incoraggia ad entrare nelle crisi internazionali avendo gli eventuali mezzi per rispondere efficacemente.

Secondo Kennedy, la rappresaglia massiccia di Eisenhower non avrebbe più avuto senso, dato che ormai gli Stati Uniti erano stati raggiunti dall'Unione Sovietica nel campo degli armamenti o addirittura superati con il lancio dello Sputnik a dimostrazione della possibilità di lanciare missili intercontinentali.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

guerra fredda Portale Guerra fredda: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di guerra fredda