Risorse umane (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Risorse umane
Risоrse umane (film).png
una scena del film
Titolo originale Resources humaines
Paese di produzione Francia, Gran Bretagna
Anno 1999
Durata 100 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Laurent Cantet
Sceneggiatura Laurent Cantet
Fotografia Matthieu Poirot-Delpech
Montaggio Robin Campillo Stephanie Leger
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

Risorse umane è un film del 1999, scritto e diretto da Laurent Cantet.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il film racconta la storia del giovane laureato Franck (Jalil Lespert), che ritorna alla sua città natale in Normandia per fare uno stage manageriale nel reparto risorse umane della fabbrica in cui il padre lavora come saldatore da 23 anni. In un primo tempo egli è lodato, sia dagli amici che dai parenti, per lo strappo sociale che è riuscito a fare, passando da figlio di operaio a "colletto bianco", ma molto presto nascono invidie e rivalità.

Franck stringe amicizia con Alain, un lavoratore nero a cui suo padre ha insegnato il lavoro, ma questo legame viene osteggiato dai "colletti bianchi".

Franck si rende ben presto conto che il suo capo, intende utilizzare la legge sulla riforma delle 35 ore lavorative settimanali per giustificare il ridimensionamento della forza lavoro della fabbrica, e fra i nomi che dovranno saltare figura anche quello del padre del ragazzo. Questo porterà a un confronto tra il tirocinante e la gestione, tra i lavoratori e i proprietari e, in definitiva, tra padre e figlio.

Interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema