Riserva naturale orientata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Una riserva naturale orientata è un tipo di area naturale protetta in cui sono consentiti interventi colturali, agricoli e silvo-pastorali purché non in contrasto con la conservazione degli ambienti naturali. Al contorno delle zone di Riserva (zona A) è individuata un'area di pre-riserva (zona B) a sviluppo controllato al fine di integrare il territorio circostante nel sistema di tutela ambientale.

È una delle tipologie di riserva naturale ufficialmente definite in Italia, insieme alle riserva naturale speciale e alla riserva naturale integrale, in uso anche nei documenti ufficiali del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.[1] Talvolta, le riserve sono naturali orientate e biogenetiche, come nei casi della Riserva naturale Colle di Licco (DD.MM. 26.07.71/02.03.77), della Riserva naturale Feudo Intramonti (DD.MM. 09.02.72/02.03.77) e della Riserva naturale Valle dell'Orfento (DD.MM. 11.09.71/02.03.77).


Riserve naturali orientate italiane[modifica | modifica wikitesto]

Segue l'elenco delle riserve naturali orientate riconosciute nell'ultimo censimento ministeriale del 2003[2]:

Riserve naturali orientate e biogenetiche italiane[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bortolotti, Astolfo Puggelli, Giulio Vinciguerra , cit., p. 103. (Google libri)
  2. ^ Ministero dell'Ambiente, Elenco delle aree protette, 5º aggiornamento 2003.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Lucio Bortolotti, Astolfo Puggelli e Giulio Vinciguerra, La conservazione dell'ambiente naturale: legislazione statale e regionale, University of California, Edagricole, 1976.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

ecologia e ambiente Portale Ecologia e ambiente: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ecologia e ambiente