Riserva naturale controllata Lago di Penne

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 42°26′32.29″N 13°54′37.31″E / 42.442303°N 13.910365°E42.442303; 13.910365

Riserva naturale controllata Lago di Penne
Tipo di area Riserva regionale
Codifica EUAP EUAP0246
Stati Italia Italia
Regioni Abruzzo Abruzzo
Province Pescara Pescara
Comuni Penne
Superficie a terra 150 ha
Provvedimenti istitutivi LL.RR. 26, 29.05.87 / 97, 30.11.89
Gestore Comune di Penne
Riserva naturale controllata Lago di Penne-25.JPG
Sito istituzionale

La Riserva naturale controllata Lago di Penne è una area naturale protetta dell'Abruzzo, istituita nel 1987.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Negli anni 80, un gruppo di naturalisti iniziò dei progetti di tutela ambientale, intorno al bacino artificiale denominato Lago di Penne, che si è creato grazie allo sbarramento del fiume Tavo. Infatti la creazione del lago artificiale, aveva creato un luogo importante per la sosta dell'avifauna di passo e nidificante, oltre alla già numerosa avifauna stanziale. Quindi già nel 1985 la Provincia di Pescara vietò in quelle zone la caccia, preludio alla creazione della Riserva nel 1987, con apposita legge regionale.

Gestione della riserva[modifica | modifica sorgente]

Anche se ufficialmente la gestione sarebbe del comune di Penne, in effetti la gestione operativa e tecnica, è svolta principalmente dalla cooperativa COGECSTRE, e dal WWF.

Luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

All'interno e nelle vicinanze della riserva, è possibile visitare Orto Botanico, il centro lontra, il Museo naturalistico Nicola De Leone, il Giardino delle farfalle, il Centro di Educazione Ambientale Antonio Bellini, il centro anatre mediterranee, lo stagno anfibi, e l'area faunistica testuggini comuni. La maggior parte dei luoghi di interesse si trova sul sentiero natura, che è completamente accessibile, infatti il percorso è tutto tavolato, e quindi anche persone con difficoltà motorie, possono muoversi facilmente ed usufruire delle bellezze della riserva.

Typha minima.

Flora[modifica | modifica sorgente]

All'interno della riserva c'è l'Orto Botanico di Penne, il cui simbolo è il tifa, ma ci sono anche diverse piante aromatiche come il timo, la maggiorana, la lavanda, e la menta.

Fauna[modifica | modifica sorgente]

All'interno della riserva c'è il centro lontra, infatti nel 1991 il WWF per le acque pulite e la vegetazione ideale, aveva indicato questa riserva come la migliore per la riproduzione in cattività del mammifero, attività che è coordinata con altri centri italiani ed europei. Altro mammifero visibile nella riserva è il tasso, oltre a numerosi piccoli roditori, abbastanza comuni anche al di fuori dell'area protetta.

Avifauna[modifica | modifica sorgente]

Lo svasso maggiore, la garzetta, la nitticora, la Grus grus, la cicogna nera e la bianca, il mignattaio, la spatola, il cardellino, il frosone, il beccafico, lo zigolo muciatto, l'averla capirossa, ed il merlo.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Fernando Tammaro. Il paesaggio vegetale dell'Abruzzo Pescara, Cogecstre, 1998. ISBN 8885312411
  • Fernando Di Fabrizio. La gestione imprenditoriale di un'area protetta. Un progetto di ecosviluppo nella riserva naturale lago di Penne Pescara, Cogecstre, 1995. ISBN 8885312322
  • Nicola De Leone. Uccelli d'Abruzzo e Molise Pescara, Cogecstre, 1994. ISBN 8885312276

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Galleria immagini[modifica | modifica sorgente]