Risconto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il risconto è una quota di costo o di ricavo non ancora maturata, ma che ha già avuto la sua manifestazione finanziaria. I risconti fanno parte delle scritture di rettifica, cioè un'altra applicazione del principio della competenza economica; sono infatti componenti di reddito che sono stati misurati da variazioni finanziarie, ma che non sono in tutto o in parte di competenza dell'esercizio in chiusura. Ai fini dell'applicazione del principio della competenza economica, occorre stornare tali quote agli esercizi successivi nonostante non siano di competenza dell'esercizio. I risconti possono essere definiti "valori economici" che, mentre rinviano al futuro il componente di reddito non di competenza, effettuano una "rettifica diretta" nel conto acceso al costo o ricavo nel quale il componente era stato registrato in contabilità generale. I risconti possono essere attivi e passivi (le definizioni inglesi aiutano nella comprensione) :

  • I risconti attivi (prepaid expenses = spese anticipate) sono dei costi sospesi da rinviare ai futuri esercizi;
  • i risconti passivi (unearned revenues = ricavi non ancora guadagnati) sono dei ricavi sospesi da rinviare ai futuri esercizi.

Esempio: in data 15/09 un'impresa ha pagato in via anticipata un premio di assicurazione contro il furto di € 650 per un anno; in data 1/12 ha dato in locazione a terzi un fabbricato ad uso ufficio, stipulando un contratto di 6 anni al canone trimestrale anticipato di € 1485. A fine esercizio si rendono necessarie due scritture di rettifica.

Risconto attivo:650*258/365 = 459,45 (dove 258 sono i giorni che vanno dal 31/12 al 15/09)

31/12 09.02 Risconti attivi sospeso premio 31/12-15/09 459,45
31/12 09.02 Assicurazione sospeso premio 31/12-15/09 459,45

Risconto passivo: 1485*2/3 = 990

31/12 21.01 Fitti attivi sospesi fitti 31/12-01/03 990
31/12 16.02 Risconti passivi sospesi fitti 31/12-01/03 990

Si parla di risconti attivi nel caso di un costo già sostenuto, ma da stornare in parte, in quanto parzialmente di competenza dell'esercizio successivo (es.: affitti e premi assicurativi pagati anticipatamente), mentre si avranno dei risconti passivi nel caso di un ricavo già conseguito, ma (parzialmente o totalmente) di competenza dell'esercizio successivo (es.: interessi attivi percepiti anticipatamente). Per loro natura, i risconti vengono quindi rilevati esclusivamente a fine esercizio cioè al (31/12/n), e per questo nella pratica ragionieristica vengono concettualmente compresi nelle cosiddette "operazioni di integrazione e di rettifica" che precedono la chiusura dei conti e la rilevazione del risultato economico.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

economia Portale Economia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di economia