Rio Tinto Group

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rio Tinto Limited & plc
Logo
Stato Regno Unito Regno Unito
Altri stati Australia
Borse valori Borsa di Londra, Australian Securities Exchange
Fondazione 1873
Sede principale Londra, Melbourne
Gruppo Rothschild
Settore mineraria
Prodotti bauxite, allumina, rame, molibdeno, oro, diamanti, carbone, uranio, diossido di titanio, boro, salgemma, talco
Dipendenti 35.000 (2007)
Sito web www.riotinto.com

Rio Tinto Group è un gruppo multinazionale anglo-australiano che si occupa di ricerca, estrazione e lavorazione di risorse minerarie. È la terza più grande società mineraria del mondo[1].

Il gruppo è composto da due società: Rio Tinto plc quotata al London Stock Exchange, segmento FTSE 100 in Gran Bretagna; e Rio Tinto Limited in Australia, quotata all'Australian Securities Exchange, segmento S&P/ASX 50.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Rio Tinto nasce a Londra nel 1873, come Rio Tinto Company Limited per sfruttare le risorse minerarie della provincia spagnola di Huelva. Nel 1905 compra Consolited Zinc Corporation - The Rio Tinto-Zinc Corporation che deteneva interessi in Australia. Nel 1954 vende le attività in Spagna. Rio Tinto e Zinc si uniscono nel 1962 e formano RTZ Corporation e viene formata la controllata Conzinc Riotinto of Australia Limited (CRA). Nel 1995 CRA viene fusa in RTZ, e nel 1997 RTZ diventa Rio Tinto plc e CRA diventa Rio Tinto Ltd, e si quota alla borsa valori australiana.

Fino al 2006 possedeva il 56% della sarda Eurallumina S.p.A.[2].

Nel 2008 Chinalco, gruppo siderurgico della Repubblica Popolare Cinese, ed Alcoa, attraverso Shining Prospect Pte, acquistano il 12% di Rio per 14 miliardi di dollari, per bloccare l'OPA ostile lanciata da BHP Billiton.

Il 12 febbraio 2009, Chinalco investe 19.5 miliardi di dollari in Rio Tinto: 12,3 miliardi di dollari per acquistare partecipazioni fino al 50% in attività minerarie in Cile, Australia e USA, ed altri 7,2 miliardi di dollari in obbligazioni convertibili, portando la sua partecipazione in Rio Tinto plc al 19%, e al 14.9% in Rio Tinto Limited, equivalente al 18% in Rio Tinto Group.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://www.deltacavi.it/delta/news/new_2007/101_rame_Rio_Tinto_sugli_scudi.pdf
  2. ^ http://www.gazzettadelsulcis.it/gazz_archivi/348.pdf

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]