Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Rinne

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rinne
境界のRINNE
(Kyōkai no Rinne)
manga
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Autore Rumiko Takahashi
Editore Shogakukan
Rivista Weekly Shōnen Sunday
Target shōnen
1ª edizione 22 aprile 2009 – in corso
Tankōbon 25 (in corso)
Distributore it. Star Comics
1ª edizione it. 7 aprile 2011 – in corso
Collana 1ª ed. it. Express
Periodicità it. trimestrale (volumi 1–4), bimestrale (volume 5 in poi)
Volumi it. 21 / 25 Completa al 84%.
Generi azione, soprannaturale
Rinne
境界のRINNE
(Kyōkai no Rinne)
Sakura e Rinne nella sigla di apertura
Sakura e Rinne nella sigla di apertura
serie TV anime
Regia Seiki Sugawara
Soggetto Michiko Yokote
Char. design Kazuhiko Tamura
Dir. artistica Yukihiro Shibutani
Musiche Akimitsu Honma
Studio Brain's Base
Rete NHK-E
1ª TV 4 aprile 2015 – in corso
Episodi 6 / 25 Completa al 24%.
Aspect ratio 16:9
Durata ep. 22 min
Distributore it. Dynit
Rete it. VVVVID (sottotitolato)
Generi commedia romantica, soprannaturale

Rinne (境界のRINNE Kyōkai no Rinne?, lett. "Rinne del confine") è un manga giapponese scritto e disegnato da Rumiko Takahashi (già autrice di successi come Lamù, Maison Ikkoku e Ranma ½), concepito alcuni mesi dopo la conclusione della sua opera più lunga, InuYasha.[1] Il primo capitolo ha visto la luce il 22 aprile 2009, pubblicato da Shogakukan sulla rivista Weekly Shōnen Sunday.[2]

Il manga è in corso di pubblicazione in Italia per le edizioni Star Comics da aprile 2011.[3] Dal manga viene prodotta una trasposizione animata dallo studio Brain's Base, che va in onda in Giappone dal 4 aprile 2015.

In Italia, i diritti dell'anime sono stati acquistati da Dynit che trasmette gli episodi sottotitolati in italiano sul simulcast VVVVID dopo soli quattro giorni dall'uscita in Giappone.[4]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La serie segue le vicende di Rinne Rokudo, una sorta di shinigami (dio della morte) dai capelli rossi che aiuta gli spiriti rimasti legati alla terra a potersi finalmente reincarnare. Rinne tiene d'occhio una sua compagna di classe, Sakura Mamiya, una ragazza che ha avuto in dono un potere extrasensoriale, cioè quello di poter vedere i fantasmi in seguito ad una vicenda che l'ha vista scomparire per alcuni giorni quando era solo una bambina, mentre si trovava in montagna con sua nonna.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Protagonisti[modifica | modifica wikitesto]

Rinne Rokudo (六道 りんね Rokudō Rinne?)
Il protagonista della storia. Rinne è un ragazzo per metà umano e metà shinigami, che risiede nel mondo terreno, nonostante l'invito di sua nonna paterna di vivere con lei, dall'altra parte. Rinne ha vissuto con suo nonno paterno, fino alla sua morte, e dopo si è trasferito abusivamente in un edificio scolastico abbandonato. Compie i doveri di shinigami per conto di suo padre, facendo uso di attrezzi a basso costo, di cui un vero shinigami non avrebbe bisogno. Possiede anche lo Yomi no Haori (黄泉の羽織 lett. Haori dell'altro mondo?) o Haori della terra dei morti, una veste che permette a Rinne di non essere visto dai comuni mortali, mentre, se invertito, converte i fantasmi in esseri solidi. Essendo a corto di soldi, Rinne raccoglie le offerte dalla capannina meteorologica, in denaro o in cibo, da parte degli studenti della scuola, preferendo non spendere soldi per affitto, uniformi o altre necessità comuni. Il debito che lui cerca di estinguere è causato da suo padre[5]. Il nome del protagonista deriva da "Rinne" (lett. Reincarnazione), il circolo della resurrezione, presente nel Buddismo, I sei mondi (Rokudo) e i sei percorsi che lo comprendono.
Sakura Mamiya (真宮 桜 Mamiya Sakura?)
La narratrice e coprotagonista della serie. Portata nel mondo degli spiriti da un damashigami (shinigami malvagio), che voleva prendersi la sua anima, viene riportata indietro da Tamako, la nonna paterna di Rinne, e riceve l'abilità di vedere fantasmi ed esseri spirituali, avendo mangiato una caramella nell'altro mondo. Grazie a questo, Sakura è l'unica umana che può vedere Rinne, con l'Haori, e a non rimanere spaventata dalle apparizioni demoniache di Rokumon. Per questo, lo aiuta molte volte a risolvere casi di spiriti, che non riescono a raggiungere il Nirvana, a causa di rimpianti che li tengono legati al mondo terreno.

Personaggi secondari[modifica | modifica wikitesto]

Rokumon (六文?)
Un bakeneko, ossia un gatto demoniaco della mitologia giapponese. Il suo lavoro, come quello anche degli altri gatti neri, è di aiutare gli shinigami a compiere il proprio mestiere: è al servizio di Rinne[5].
Tsubasa Jumonji (十文字 翼 Jūmonji Tsubasa?)
Un giovane esorcista trasferitosi nella classe di Rinne. Innamorato di Sakura, da sempre, considera Rinne un grande rivale, sia nell'amore che nel lavoro: per la sua vicinanza a Rinne e Sakura si ritrova ad aiutarli[6].
Ageha (?)
Una shinigami come Rinne. Si invaghisce di quest'ultimo, il quale però non sembra ricambiarla. Ha una sorella maggiore che è scomparsa misteriosamente combattendo contro i damashigami. In seguito, scopre che è diventata la segretaria, nonché una delle ragazze, del capo di questi, ovvero il padre di Rinne.
Tamako (魂子?)
La nonna paterna di Rinne che detesta sentirsi chiamare in questo modo. Dopo essersi invaghita di un uomo morente, riesce ad allungargli la vita e a sposarlo. A causa di questo, ha un debito di svolgere più laboriosamente il lavoro di shinigami, che, per fortuna, riesce a estinguere.

Antagonisti[modifica | modifica wikitesto]

Sabato Rokudo (六道 奢覇都 Rokudō Sabato?)
Il padre di Rinne e figlio di Tamako. È un uomo egoista che usa i soldi del figlio per gestire la Damashigami Company, una ditta illegale, nonché per mantenere centinaia di donne damashigami. Mai stato presente, all'infanzia di Rinne. Solo una volta, Rinne lo ha scoperto a rubare i suoi risparmi, quando era piccolo e, per riuscire nell'intento, gli disse che sua madre era morta, anche se, in realtà, non si sa niente di lei.
Masato (魔狭人?)
Un diavolo che è perennemente assetato di vendetta nei confronti di Rinne per una disputa avvenuta quando i due frequentavano le scuole elementari.
Kain (架印?)
Uno shirushigami, ossia un cancelliere dell'aldilà.

Media[modifica | modifica wikitesto]

Manga[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Capitoli di Rinne.

Giappone[modifica | modifica wikitesto]

I primi due tankobon sono stati pubblicati in Giappone il 16 ottobre 2009[7]; per l'occasione Shonen Sunday ha creato un promo animato di Kyokai no Rinne dalla durata di circa 30 secondi. Attualmente la serie conta oltre 270 capitoli i cui primi 238 sono stati raccolti in 24 volumi.

Europa[modifica | modifica wikitesto]

In Europa la prima edizione pubblicata è stata quella tedesca, iniziata nel maggio 2010 per l'editore Egmont, seguita da quella francese del 24 giugno dello stesso anno per l'editore Kazé.

La pubblicazione di Rinne in Italia ha avuto inizio il 7 aprile 2011 in uscita trimestrale sulla collana Express, sia in edicola che in fumetteria. Dal quinto volume l'uscita è divenuta bimestrale, per poi interrompere la serialità regolare con il diciannovesimo volume. Star Comics ha messo online sul proprio sito il primo capitolo tradotto in italiano come anteprima.[8][9]

Stati Uniti[modifica | modifica wikitesto]

In America il fumetto è edito da parte di Viz Media sull'edizione americana di Shonen Sunday con il titolo RIN-NE[10], che ha serializzato i capitoli del manga online in inglese simultaneamente all'uscita in Giappone.[11] Mentre l'uscita dei volumi è iniziata il 20 ottobre 2009 a soli quattro giorni di distanza da quella nipponica invece la distribuzione dei successivi è dilatata di circa un mese. L'uscita simultanea dei capitoli è attualmente sospesa al capitolo 89, dal 17 marzo, dopo il terremoto e maremoto del Tōhoku del 2011.[12]

Anime[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Episodi di Kyōkai no Rinne.

A novembre 2014 fu annunciata ufficialmente una trasposizione anime della serie, prevista per andare in onda sul canale televisivo giapponese NHK nella primavera 2015.[13] La serie viene realizzata dallo studio Brain's Base, per la regia di Seiki Sugawara e con la composizione generale di Michiko Yokote (che aveva già sceneggiato diversi episodi di Ranma ½); attualmente sono stati ordinati 25 episodi. L'anime di RIN-NE prende il posto di Log Horizon 2 nel palinsesto di NHK. Rumiko Takahashi commentò l’annuncio dicendo di provare una gioia sempre nuova ogni volta che uno dei suoi lavori viene animato e che, da telespettatrice, non vedeva l’ora che iniziasse la trasmissione.[14][15]

La sigla di apertura si intitola Ouka Ranman dei KEYTALK, mentre quella di chiusura Tokinowa di Passepied.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Nella settimana di ottobre 2009 dal 12 al 18, i primi due volumi di Kyokai no Rinne si sono piazzati rispettivamente al 15º e 16º posto nella classifica dei i manga più venduti in Giappone.

Le vendite dei due volumi hanno raggiunto le 100.000 copie durante la settimana.[16]

La settimana seguente nei giorni 19–25, il primo volume si è posizionato al 18º posto con più di 44.000 copie vendute, mentre il secondo volume al 20° con oltre 41.000 copie.[17]

Il terzo volume si è classificato all'11º posto nel mese di marzo 2010 con più di 57.500 copie vendute.[18]

Il quarto volume del manga si è posizionato per due volte al numero 19 e 20 nel giugno 2010 con oltre 76.000 copie vendute in Giappone.[19]

Anche il quinto volume del manga si è piazzato due volte al numero 21 e al numero 23 nel settembre 2010, con oltre 71.000 copie vendute in Giappone.[20]

Il sesto volume del manga si è posizionato al numero 29 nella classifica dei manga più venduti in Giappone nella settimana di dicembre 2010 dal 17 al 19 con più di 35.500 copie vendute.[21]

Il settimo numero, dal 14 al 27 marzo 2011, ha venduto oltre 56.600 copie, posizionandosi al 38º e al 30º posto.[22]

L'ottavo volume ha venduto oltre 59.500 copie dal 15 al 24 luglio 2011 posizionandosi al 24º e al 23º posto.[23]

Riferimenti ad altre opere[modifica | modifica wikitesto]

Già da i primi volumi si possono trovare diversi omaggi ad altre opere dell'autrice, tipo Ranma ½ e Inuyasha, e ad altri manga.[24]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Kyokai no Rinne, la nuova serie di Rumiko Takahashi, News di AnimeClick.it, 14/04/2009.
  2. ^ Kyokai no Rinne, il 1° cap. della nuova serie della Takahashi, News di AnimeClick.it, 21/04/2009.
  3. ^ Lucca 2010: Resoconto conferenza Star Comics in anteprima, AnimeClick.it, 31/10/2010.
  4. ^ Kyoukai no Rinne in simulcast su VVVVID, AnimeClick.it, 8-04-2015.
  5. ^ a b Come da primo numero dell'edizione italiana della Star Comics.
  6. ^ Come da diversi numeri dell'edizione italiana della Star Comics.
  7. ^ (JA) 境界のRINNE lett. Kyōkai no Rinne 1, Shogakukan.
  8. ^ Star Comics: anteprima e promozione di Rinne di Rumiko Takahashi, AnimeClick.it, 14/03/2011.
  9. ^ Sfoglia On-line Rinne! sito ufficiale di Star Comics.
  10. ^ (EN) Viz to Publish Rumiko Takahashi's New Manga in 2009, Anime News Network, 8/02/2009.
  11. ^ (EN) Rumiko Takahashi's Rinne to Run in Sync in U.S., Japan, Anime News Network, 15/04/2009.
  12. ^ (EN) RIN-NE still suspended, Shonensunday.com, 25/05/2011.
  13. ^ (EN) Rumiko Takahashi's RIN-NE Manga Gets TV Anime Next Spring, Anime News Network, 15-11-2014.
  14. ^ (JA) 境界のRINNE:高橋留美子の人気マンガがNHKでテレビアニメ化 15年春から
  15. ^ (EN) 25-Episode RIN-NE Anime's Brains Base Staff, Visual Unveiled, 16/11/2014.
  16. ^ (EN) Japanese Comic Ranking, October 12-18, Anime News Network, 21/10/2009.
  17. ^ (EN) Japanese Comic Ranking, October 19-25, Anime News Network, 29/10/2009.
  18. ^ (EN) Japanese Comic Ranking, March 15-21, Anime News Network, 24/03/2010.
  19. ^ (EN) Japanese Comic Ranking, June 21–27, Anime News Network, 30/06/2010.
  20. ^ (EN) Japanese Comic Ranking, September 20–26, Anime News Network, 29/09/2010.
  21. ^ (EN) Japanese Comic Ranking, December 13–19, Anime News Network, 22/12/2010.
  22. ^ (EN) Japanese Comic Ranking, March 21-27, Anime News Network, 30/03/2011.
  23. ^ (EN) Japanese Comic Ranking, July 18-24, Anime News Network, 27/07/2011.
  24. ^ Rinne's World Curiosità: riferimenti e citazioni

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga