Ring 0: Birthday

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Ring 0: Birthday
Ring 0.jpg
copertina del DVD
Titolo originale Ringu 0: Bāsudei
Lingua originale giapponese
Paese di produzione Giappone
Anno 2000
Durata 95 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere orrore
Regia Norio Tsuruta
Soggetto Hiroshi Takahashi
Sceneggiatura Kôji Suzuki
Produttore Shinji Ogawa,
Masao Nagai
Takashige Ichise
Musiche Shinichiro Ogata
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Ring 0: Birthday (リング0 バースデイ Ringu 0: Bāsudei) è un film horror giapponese diretto da Norio Tsuruta, basato su una sceneggiatura di Hiroshi Takahashi. Il film è basato sul romanzo breve Lemonheart di Koji Suzuki. Esiste anche un adattamento manga.

Il film è ambientato 30 anni prima degli eventi raccontati in Ring, e racconta la vita di Sadako Yamamura all'età di 19 anni.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Una reporter, Miyaji Akiko, il cui fidanzato fu ucciso durante le dimostrazioni dei poteri di Shizuko Yamamura, sta raccogliendo informazioni sulla figlia di Shizuko, Sadako. Nel frattempo la stessa Sadako si è unita ad una troupe di attori teatrali e si è innamorata di Hiroshi Toyama, anche se è tormentata dall'incontrollabilità dei propri poteri.

Miyaji scopre la verità sui poteri di Sadako e di come l'intera troupe sia stata maledetta dalla sua sola presenza, oltre al fatto che esiste una seconda Sadako, dall'aspetto di una ragazzina, responsabile della morte del fidanzato e della futura morte dei membri della compagnia teatrale. Quando Miyaji affronta Sadako con la registrazione della dimostrazione della madre, la ragazza perde il controllo e con il proprio potere distrugge il set ed uccide il dottore che la sta controllando. Sadako quindi scappa nella casa del padre, mentre il resto della troupe, escluso Toyama, si mette al suo inseguimento.

Sentendosi minacciata, i poteri di Sadako esplodono ed uccidono tutta la troupe e Miyaji. La "seconda" Sadako emerge ed uccide anche l'incolpevole Toyama. Il padre di Sadako, il dr. Ikuma, che ha assistito a tutta la scena, droga la figlia e la scaraventa in un pozzo. Sadako si riprende appena in tempo per vedere il padre chiudere il pozzo. Tornato a casa Ikuma si toglie la vita, tagliandosi la gola. Sadako intanto sogna per l'ultima volta di rivedere il suo amato Toyama.

DVD[modifica | modifica sorgente]

Nel 2003, come il primo, il secondo e Spiral, il film ha avuto un doppiaggio dalla ETS ed è stato distrubuito in DVD dalla Dynit. Il film è in italiano e in lingua originale con sottotitoli opzionabili in italiano. Tra gli extra vi sono i trailers e filmografie. Il film ha fatto parte della collezione di venticinque film leggendari dell'oriente "Asian Terror" presentata dalla DeAgostini. All'interno della custodia, si trova un libretto che spiega la storia del film che se viene attaccato con i libretti degli altri film della collezione forma un libro completo e all'interno si può trovare anche una postcard omaggio. La collezione "Asian Terror" è ormai fuori catalogo e non è più presente in nessuna edicola, ma solamente negli scaffali degli appassionati dell'horror che ne hanno fatto la collezione. Le edizioni originali dei DVD dei film, sono invece ancora in catalogo.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema