Riforma ortografica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Una riforma ortografica è un tipo di riforma linguistica che ha come scopo la semplificazione della lingua tramite l'introduzione di norme ortografiche condivise.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Le riforme ortografiche possono essere messe in atto da diversi organi: per esempio, la riforma ortografica tedesca fu il risultato del lavoro di un gruppo di ricercatori; quella del portoghese (1990) fu decisa dall'Accademia Brasiliana delle Lettere e dall'Academia das Ciências de Lisboa, che operarono congiuntamente, con il contributo di delegazioni di altri Paesi lusofoni[1]; le riforme ortografiche di spagnolo e francese furono decise rispettivamente dalla Real Academia Española[2] e dall'Académie française (tramite il Consiglio superiore della lingua francese).[3]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (PT) Acordo ortográfico da língua portuguesa. URL consultato il 28 marzo 2012.
  2. ^ (ES) Real Academia Española, Ortografía de la lengua española, 1999, ISBN 84-239-9250-0.
  3. ^ (FR) Rectifications de l'ortographe, academie-francaise.fr. URL consultato il 28 marzo 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

linguistica Portale Linguistica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di linguistica