Riflettori radar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Principio di funzionamento di un riflettore radar
Riflettori radar utilizzati ai bordi di una pista di atterraggio per agevolare l'individuazione con i radar imbarcati

Il riflettore radar (anche noto con il termine inglese corner reflector) è uno strumento passivo costituito da lastre metalliche che, tramite il particolare orientamento dato alle pareti che lo compongono, riesce a riflettere con eccezionale efficacia le onde radar. Questo fa risultare sullo schermo una eco ben visibile, che può essere associata ad un oggetto esistente, per meglio evidenziare la sua presenza in area, oppure può simulare la presenza di un oggetto inesistente, diventando uno strumento di disturbo ed inganno.

Il suo uso è prezioso per le imbarcazioni da diporto per evitare collisioni con altre unità, in quanto la loro piccola dimensione e la loro scarsa riflettenza radar le rendono poco visibili; i materiali delle quali sono costituite, come vetroresina o legno, infatti, hanno una elevata assorbenza delle onde radio, conferendo in questo caso delle indesiderate capacità stealth.

Le sue dimensioni sono ridotte e l'installazione molto facile il che, unito alla bassa tecnologia necessaria alla sua creazione e messa in opera, ne fa un perfetto strumento a basso costo in uno scenario di guerra elettronica.

Questi riflettori vengono anche adoperati per calibrare alcuni satelliti per telerilevamento, specie i satelliti radar ad apertura sintetica.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

guerra Portale Guerra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di guerra