Riflesso di immersione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Si definisce riflesso di immersione (o diving reflex o diving response) un insieme di reazioni a carico del sistema cardiovascolare e respiratorio che hanno luogo in tutti i mammiferi, soprattutto marini (balene, foche), al momento dell'immersione del volto nell'acqua e che sono finalizzate alla riduzione del consumo di ossigeno dell'organismo.

Tra le reazioni vi sono:

  • Riduzione del battito cardiaco (bradicardia), fino al 50% del valore normale;
  • Vasocostrizione periferica e concentrazione del sangue in alcuni organi, principalmente cuore e cervello;
  • Aumento medio della pressione arteriosa.

La rapidità e intensità del riflesso è inversamente proporzionale alla temperatura dell'acqua: più questa è fredda, più le reazioni descritte sono forti. In caso di immersione in profondità ha luogo un ulteriore effetto detto scostamento ematico: il sangue viene richiamato all'interno dei polmoni, per compensare l'aumento della pressione esterna e impedirne il collasso.

Teoria dell'evoluzione[modifica | modifica sorgente]

Il fatto che questo riflesso sia estremamente sviluppato nei cetacei e nell'uomo (e meno negli altri mammiferi terrestri) viene spesso citato a supporto della teoria sull'origine acquatica dell'essere umano, la cosiddetta Aquatic Ape Theory.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina