Riduzione del rumore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Riduzione del rumore è il processo di rimozione del rumore da un segnale.

Tutti i dispositivi di registrazione, sia analogici che digitali, hanno suscettibilità al rumore. Il rumore può essere casuale , può essere rumore bianco con nessuna coerenza, o rumore coerente introdotto dal meccanismo del dispositivo di elaborare l'algoritmo.

Nei dispositivi di registrazione elettronica, la maggior forma di rumore è il sibilo causato dagli elettroni casuali che, fortemente influenzati dal calore, deviano dal loro percorso designato. Questi elettroni influenzano il voltaggio del segnale d'uscita e così creano un rumore rilevabile.

Nel caso di pellicole fotografiche e nastri magnetici, il rumore (sia audio che video) è dovuto alla struttura della grana del mezzo. Nella pellicola fotografica la grandezza della grana determina la sensibilità della pellicola, più è sensibile più è grande la grana. Nei nastri magnetici le grane più grandi delle particelle magnetiche (di solito ossido di ferro o magnetite) più è incline al rumore.

Audio[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Active noise control.

Immagini[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]