Ridoppiaggio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando i doppiaggi amatoriali creati per scopo umoristico, vedi Ridoppiaggio (parodia).

Per ridoppiaggio si intende il rifacimento, da parte di una società di doppiaggio e uno studio di missaggio, di un prodotto audiovisivo (film, cartoni animati, documentari) già in precedenza doppiato. Ciò avviene di norma per i film la cui longevità non permette un'efficace resa dal punto di vista della colonna sonora soprattutto in previsione dell'immissione del prodotto sul mercato home-video: non sono però rari ultimamente i casi di ridoppiaggi di film girati meno di trent'anni or sono.

Ridoppiaggi di film recenti[modifica | modifica wikitesto]

Ciò è principalmente dovuto all'invasione del mercato da parte del supporto digitale DVD che, oltre a permettere la riedizione di classici del cinema altrimenti introvabili in home video, a causa della scarsa qualità o mancanza della colonna sonora italiana originale dà la possibilità ai produttori di inserire nel disco del film scene (o interi blocchi di scene) non previste nel montaggio originale risalente alla prima distribuzione del film stesso. Spesso si preferisce inserire le nuove scene doppiate (e non in originale sottotitolato). Ciò a volte porta conseguentemente a un ridoppiaggio integrale del film in questione, come nel caso di Robin Hood - Principe dei ladri e Apocalypse Now Redux; in altri casi, si verifica il caso che potremmo chiamare di doppio doppiaggio: ossia vengono ridoppiate solo le scene aggiunte in fase di preparazione del DVD, mentre per il resto del film si mantiene il doppiato originale, come nel caso di La bella e la bestia della Disney. In questa casistica rientrano un'infinità di pellicole più o meno recenti, impossibile da riportare integralmente. Pensiamo, per limitarci a qualche esempio alle edizioni DVD dei primi tre film della saga di Guerre stellari, a Dune e ad alcuni film dell'epopea di Star Trek.

In vari casi, il motivo del ridoppiaggio è, più che tecnico, meramente economico, dato che rilevare i diritti sul doppiaggio originale può essere per la casa distributrice più costoso che procedere a un rifacimento ex novo (ciò può andare a scapito della qualità e spesso produce la perdita irrecuperabile di molti doppiaggi d'epoca).

Il caso di C'era una volta in America[modifica | modifica wikitesto]

Del tutto sui generis è a questo riguardo a quanto accaduto al film di Sergio Leone C'era una volta in America. Nel luglio del 2003, venne immesso sul mercato il film simbolo del regista romano, alla fine anch'esso come i restanti, in DVD. Grande fu però la delusione dei fan nello scoprire che il prodotto da loro acquistato conteneva un doppiaggio del tutto rinnovato rispetto all'originale del 1984, che era stato peraltro supervisionato dal regista stesso.

I comunicati ufficiali parlarono dell'impossibilità di un riversamento su supporto DVD della precedente colonna, a detta dei distributori disturbata e piena di fruscii. La verità era però assai più banale. L'impossibilita c'era: stava però nella resa in stereo di una colonna audio concepita in mono. I distributori, per uniformare sotto il punto di vista della qualità le varie colonne audio (inglese, italiano, francese) decisero così di approntare un doppiaggio completamente nuovo.

I classici del cinema ridoppiati[modifica | modifica wikitesto]

Senza giungere agli estremismi della situazione sopra citata, molti sono i casi in cui un film più o meno vecchio più o meno famoso, ha dovuto essere ridoppiato per necessità o per scelta.

Ecco un elenco ragionato (anche se non certo esaustivo):

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]