Ridenominazione delle città in India

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il processo di ridenominazione delle città in India è iniziato con la fine dell'Impero britannico nel 1947 ed è in continua attuazione, anche se l'ultima città a cambiare ufficialmente nome è stata nel 2006. Ci sono state polemiche politiche per il processo di ridenominazione e non tutte le ridenominazioni proposte sono state effettivamente attuate. Ogni rinomina di una città indiana deve essere approvata dal governo centrale.

Esempi rilevanti[modifica | modifica wikitesto]

Ecco la tabella delle maggiori città e distretti che sono state coinvolte nel processo di ridenominazione in ordine alfabetico:

Nome attuale Nome precedente Anno rinomina
Chennai Madras 1996
Guwahati Gauhati
Indore Indhur
Jabalpur Jubbulpore
Kannur Cannanore
Kanpur Cawnpore 1948
Kochi Cochin 1996
Kolkata Calcutta 2001
Kollam Quilon
Kozhikode Calicut
Mumbai Bombay 1995
Puducherry Pondicherry 2006
Pune Poona
Sagar Saugor
Shimla Simla
Thanjavur Tanjore
Thiruvananthapuram Trivandrum 1991
Tiruchirappalli Trichinopoly
Tirunelveli Tinnevelly
Udhagamandalam Ootacamund
Vadodara Baroda 1974
Varanasi Banares 1956
Vijayawada Bejawada
Visakhapatnam Waltair
precedentemente Vizagapatnam

Ragioni della ridenominazione[modifica | modifica wikitesto]

Ci sono diverse ragioni che hanno creato questo processo di ridenominazione delle città, che sono:

  • regolazione dell'ortografia in lingua inglese dall'ortografia nella lingua locale (esempio: Simla a Shimla);
  • per ritornare al nome locale da un nome inglese che deriva dall'originale;
  • per passare da un nome di origine europea a un nome di origine indiana;
  • per passare da un nome di origine persiana o araba ad un nome di origine indiana. (esempio: proposto il cambiamento di Ahmedabad a Karnavati).

Popolarità dei nuovi nomi[modifica | modifica wikitesto]

La diffusione di questi cambiamenti di nome nell'uso della lingua inglese, varia. Per esempio, Chennai, Kolkata e Mumbai si sono diffusi, mentre Thiruvananthapuram (Trivandrum) no[1][2]. In molte lingue diverse dall'inglese, i nomi nuovi delle città indiane, solo in parte di esse hanno raggiunto la popolarità di tutti; spesso, infatti, città come Chennai, Kolkata e Mumbai, sono ancora indicate come Madras, Calcutta e Bombay.[3][4][5][6][7][8]

La cultura popolare usa ancora i nomi vecchi di città, anche anni dopo le modifiche.

Nuove proposte di ridenominazione[modifica | modifica wikitesto]

Nome attuale Nome proposto Note
Ahmedabad Karnavati[9]
Alibag Shribag
Allahabad Prayag
Tirth Raj Prayag[10]
Proposta sia la forma abbreviata che la forma estesa del nome.
Aurangabad Sambhajinagar
Bangalore Bengaluru Il processo di rinomina si è fermato a causa di ritardi da parte del Ministero dell'Interno indiano.
Bhopal Bhojpal[11]
Delhi Indraprastha[12]
Hyderabad Bhagyanagaram
Indore Induru Già modificata precedentemente da Indhur a Indore
Mughalsarai Deen Dayal Nagar[13]
Mysore Mysooru
Mangalore Mangaluru
Patna Pataliputra[14]
R.T. Nagar Rath Nagar

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bengaluru VS. Bangalore, GoogleBattle.com. URL consultato il 9 novembre 2009.
  2. ^ Thiruvananthapuram VS. Trivandrum, GoogleBattle.com. URL consultato il 9 novembre 2009.
  3. ^ Милан Мишић, Свет : Tерористички удар на Бомбај : ПОЛИТИКА, Politika.rs, 28 novembre 2008. URL consultato il 4 novembre 2010.
  4. ^ Kalkuta, Zapustena prestonica - Jeftina putovanja, Jeftinaputovanja.net. URL consultato il 4 novembre 2010.
  5. ^ Madras, Travelog. URL consultato il 4 novembre 2010.
  6. ^ DesarrolloWeb, Guía de Bombay, Guiarte.com. URL consultato il 4 novembre 2010.
  7. ^ Calcuta, pasaporte a la India Oriental, E-travelware.com. URL consultato il 4 novembre 2010.
  8. ^ Индийский дневник. Мадрас. - Впечатления об Индии, рассказы и воспоминания путешественников, путеводитель - Индия Ру, India.ru. URL consultato il 4 novembre 2010.
  9. ^ Harit Mehta, TNN, Feb 1, 2004, 01.42am IST, Ahmedabad is Karnavati, only in speeches - The Times of India, Timesofindia.indiatimes.com, 1º febbraio 2004. URL consultato il 4 novembre 2010.
  10. ^ Dropping names, Expressindia.com, 12 marzo 2001. URL consultato il 4 novembre 2010.
  11. ^ TNN, Dec 18, 2006, 02.42am IST, Now, Indore to become Indur, Bhopal Bhojpal - The Times of India, Timesofindia.indiatimes.com, 18 dicembre 2006. URL consultato il 4 novembre 2010.
  12. ^ Content, Organiser. URL consultato il 4 novembre 2010.
  13. ^ Rediff On The NeT:, Rediff.com, 11 febbraio 1999. URL consultato il 4 novembre 2010.
  14. ^ Fresh demand to rename Patna as Pataliputra, news.SmasHits.com, 4 ottobre 2006. URL consultato il 4 novembre 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

India Portale India: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di India