Richard Muller

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il prof. Richard Muller durante una lezione

Richard A. Muller, Ph.D (San Francisco, 6 gennaio 1944), è un fisico statunitense.

Attualmente insegna alla University of California, Berkeley e presso il Lawrence Berkeley National Laboratory[1].

Con la pubblicazione di Nemesis, il Dr. Muller ha aperto una controversia nel mondo accademico, sostenendo che il Sole abbia una stella gemella, una nana bruna, che vi orbita intorno con un periodo di ritorno di circa 26 milioni di anni.

Questo spiegherebbe, secondo il Dr. Muller, la ciclicità con cui si sarebbero verificati enormi cataclismi ed estinzioni di massa sulla Terra circa ogni 26 milioni di anni (una delle quali estinzioni avrebbe anche portato alla scomparsa dei dinosauri).

Attualmente il Prof. Muller insegna "Fisica Per Futuri Presidenti" all'università di Berkeley. In questo corso, egli si rivolge soprattutto a studenti provenienti da lauree non scientifiche ma che vogliono capire come funziona il mondo che li circonda. Egli spera di fare apprezzare la fisica, materia spesso considerata "ostica", a studenti con background non necessariamente scientifico (futuri presidenti degli USA, appunto) e che vi si avvicinano per la prima volta.

Contemporaneamente all'insegnamento universitario ed alla ricerca accademica, egli svolge anche attivita' di consulenza per il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti.

Il prof. Muller detiene vari brevetti americani per invenzioni scientifiche frutto delle sue ricerche.

Egli ha ricevuto molti riconoscimenti importanti, tra i quali quello prestigioso della MacArthur Foundation e quello denominato Alan T. Waterman Award[2] della National Science Foundation. Quest'ultimo premio gli è stato conferito in seguito alle sue ricerche, originali ed innovative, che hanno portato ad importanti scoperte ed invenzioni in diverse aree della fisica, compresa l'astrofisica, la datazione con radioisotopi e l'ottica.

Recentemente, il Dr. Muller ha anche ricevuto dall'università di Berkeley un premio per il suo ottimo insegnamento (Distinguished Teaching Award).

Il prof. Muller ha all'attivo centinaia di pubblicazioni tra riviste scientifiche (per esempio Science), papers accademici, libri, oltre ad articoli scientifici scritti per giornali universitari, quali ad esempio quelli di Berkeley e dell'M.I.T..

Il Dr. Muller, inoltre, lavora per il Governo statunitense come ricercatore e scienziato. In particolare, egli è dedito a progetti classificati, di cui non si sa molto, tranne che riguardano la Sicurezza Nazionale Americana. A tal proposito, in una lezione universitaria a Berkeley nel 2005, egli ha pubblicamente ammesso di aver lavorato ad un progetto per rendere l'ambasciata americana a Mosca più "sicura", cioè meno penetrabile da sistemi di spionaggio. Egli ha anche ammesso di lavorare al "JASON Defense Advisory Group", come consulente del Governo statunitense su sistemi di guerra e di difesa militare.

Libri pubblicati[modifica | modifica wikitesto]

  • Nemesis: The Death Star, Weidenfeld & Nicolson, 1988. ISBN 0749304650
  • The Three Big Bangs: Comet Crashes, Exploding Stars, and the Creation of the Universe (with coauthor Phil Dauber), Addison/Wesley, 1996. ISBN 0201154951
  • Ice Ages and Astronomical Causes: data, spectral analysis, and mechanisms (with coauthor Gordon MacDonald), 2002. ISBN 3540437797
  • The Sins of Jesus, Auravision Publishing, 1999. ISBN 0967276519
  • Physics for Future Presidents, Custom Publishing, 2006. ISBN 1-4266-2459-X ((IT) Fisica per i presidenti del futuro. La scienza dietro i titoli dei giornali, Torino, Codice Edizioni, 2009. ISBN 978-88-7578-130-9)
  • Physics and Technology for Future Presidents: An Introduction to the Essential Physics Every World Leader Needs to Know, Princeton University Press, 2010. ISBN 9780691135045, eBook ISBN 9781400835317 ((IT) Energia per i presidenti del futuro, Torino, Codice Edizioni, 2013. ISBN 978-88-7578-360-0)
  • Energy for Future Presidents: The Science Behind the Headlines, W.W. Norton, 2012. ISBN 978-0393081619

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lawrence Berkeley National Laboratory
  2. ^ http://www.nsf.gov/nsb/awards/waterman/waterman.htm [collegamento interrotto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 22253921 LCCN: n85203459