Richard Meier

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Richard Meier nel 2009
Premio Premio Pritzker 1984
Premio Premio Imperiale 1997

Richard Meier (Newark, 12 ottobre 1934) è un architetto statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Si laurea alla Cornell University nel 1957 per poi intraprendere un viaggio per l'Europa, dove ha modo di conoscere Le Corbusier. Tornato negli Stati Uniti, insieme agli architetti Peter Eisenman, John Heiduk, Michael Graves, Charles Gwathmey fonda il gruppo New York Five, con l'intenzione di portare avanti le idee di Le Corbusier e che nel 1967 arriva ad esporre al MoMa. Tra il 1958 e il 1963 Meier lavora in diversi e affermati studi di architettura, tra i quali Skidmore, Owings & Merrill (SOM) e lo studio di Marcel Breuer.

Nel 1963 nel suo appartamento progetta il suo primo edificio, una residenza per i genitori a Essex Fells nel New Jersey, e subito dopo progetta la Smith House a Darien (Connecticut), l'edificio che comincerà a dargli una fama internazionale.

Nel 1967 lavora alla conversione dei vecchi laboratori della Bell nel Greenwich Village di Manhattan, ottenendo ottime critiche dal mondo dell'architettura e della stampa. Gli anni ottanta segnano l'affermarsi della sua fama a livello internazionale.

Nel 1984, a soli 49 anni, diventa il più giovane architetto ad aver mai vinto il Pritzker Prize; nello stesso periodo, ottiene commissioni per importanti edifici come il Getty Center di Los Angeles e l'High Museum of Art di Atlanta.

Opere principali[modifica | modifica sorgente]

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Federico Del Prete, Ara Pacis, Punctum, Roma 2006.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 86793530 LCCN: n50013657