Richard Henry Lee

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Richard Henry Lee
RichardHenryLee.jpg

Presidente del Congresso Continentale
Durata mandato 30 novembre 1784 –
6 novembre 1785
Predecessore Thomas Mifflin
Successore John Hancock
« Si decide: che queste Colonie Unite sono, e di diritto debbono essere, stati liberi e indipendenti, che sono assolte da ogni dovere di fedeltà verso la corona Britannica e che ogni vincolo politico fra esse e lo stato di Gran Bretagna è, e deve essere, del tutto sciolto. »
(La mozione proposta al Secondo congresso continentale)

Richard Henry Lee (Stratford Hall Plantation, 20 gennaio 1732Chantilly, 19 giugno 1794) è stato un politico statunitense.

Venne eletto come sesto presidente del Congresso degli Stati Uniti, incarico che mantenne dal 30 novembre, 1784 al 22 novembre 1785. In questo incarico fu preceduto da Thomas Mifflin e gli succedette John Hancock.

Lee nacque a Stratford Hall Plantation in Virginia, colono proveniente dalla Gran Bretagna, figlio del col. Thomas Lee e di Hannah Harrison Ludwel[1]. Richard venne inviato a studiare in Inghilterra alla Queen Elizabeth Grammar School nello Yorkshire. Nel 1752 fece ritorno in Virginia, dove iniziò a fare praticantato in uno studio legale.

La sua prima carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1757 ricevette l'incarico di giudice di pace per la contea del Westmoreland. Nel 1761 egli venne eletto alla House of Burgesses della Virginia. Grande fautore dell'indipendenza delle colonie, fu uno dei primi a creare i Committees of Correspondence fra i molti americani con l'ideale dell'indipendenza sparsi nelle varie colonie.

Rivoluzione americana[modifica | modifica wikitesto]

Nell'agosto del 1774, Lee fu scelto come delegato al Primo congresso continentale di Philadelphia. Nel 1775 divenne colonnello della milizia della contea del Westmoreland. Nella Risoluzione di Lee del 7 giugno 1776, Lee chiese al Congresso Continentale di dichiarare l'indipendenza dall'Inghilterra. A seguito dell'assenza di Lee alla seduta del Congresso, dovuta ad una grave malattia della moglie, Thomas Jefferson scrisse poi la Dichiarazione d'indipendenza.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ancestors of Richard Henry Lee. URL consultato il 20-09-2009.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 47668633 LCCN: n50039714