Richard Brent

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Richard Peirce Brent (Melbourne, 20 aprile 1946) è un matematico e informatico australiano, conosciuto per i suoi lavori sulla teoria dei numeri (in particolare sulla fattorizzazione), sui numeri pseudo-casuali e sulla teoria della complessità computazionale.

È professore emerito alla Australian National University.

Nel 1973, ha pubblicato un algoritmo per il calcolo di uno zero di una funzione noto come Metodo di Brent.[1]

Nel 1975, indipendentemente da Eugene Salamin, ha concepito l'algoritmo di Brent-Salamin, usato nel calcolo ad alta precisione di \pi.[2]

Nel 1979 ha verificato numericamente che i primi 75 milioni di zeri no banali della zeta di Riemann soddisfano la congettura_di_Riemann.[3]

Nel 1980, insieme al Nobel Edwin McMillan, ha trovato un nuovo algoritmo per il calcolo ad elevata precisione della costante di Eulero-Mascheroni \gamma usando le funzioni di Bessel.[4]

Nel 1980, insieme a John Pollard ha fattorizzato l'ottavo numero di Fermat usando una variante dell'algoritmo rho di Pollard.[5]

Nel 2005 ha vinto la Medaglia Hannan.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Brent (1973). Algorithms for Minimization without Derivatives. Prentice-Hall, Englewood Cliffs, NJ. Ristampato da Dover Publications, Mineola, New York, January 2002. ISBN 0-486-41998-3.
  2. ^ R.P. Brent, Multiple-Precision Zero-Finding Methods and the Complexity of Elementary Function Evaluation in J.F. Traub (a cura di), Analytic Computational Complexity, New York, Academic Press, 1975.
  3. ^ R.P. Brent, On the Zeros of the Riemann Zeta Function in the Critical Strip in Mathematics of Computation, vol. 33, n. 148, 1979, pp. 1361–1372. JSTOR 2006473.
  4. ^ Brent, R.P. and MacMillan, E.M. (1980). "Some New Algorithms for High-Precision Computation of Euler's Constant". Mathematics of Computation 34 (149) 305-312.
  5. ^ R.P. Brent e J.M. Pollard, Factorization of the Eighth Fermat Number in Mathematics of Computation, vol. 36, n. 154, 1981, pp. 627–630. JSTOR 2007666.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 223659213 LCCN: n86851707