Richard Atkinson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Richard John Copland Atkinson (Evershot, 20 gennaio 1920Cardiff, 10 ottobre 1994) è stato un archeologo britannico.

Nacque nel Dorset e frequentò la Sherbourne School e quindi il Magdalen College a Oxford, con i corsi del PPE (Filosofia, politica ed economia).

Durante la seconda guerra mondiale, a causa della sua fede quacquera, servì in ruoli di non combattente. Nel 1944 divenne conservatore assistente di archeologia presso l'Ashmolean Museum di Oxford.

I siti archeologici da lui investigati comprendono Stonehenge, la collina di Silbury, West Kennet Long Barrow e Wayland's Smithy. Fu un amico e collaboratore di Stuart Piggott. Il suo lavoro su Silbury era parte di una serie documentaria per la BBC poi annullata. Nel 1949 divenne assistente presso l'Università di Edimburgo e nel 1958 si trasferì a Cardiff, nella cui Università del Galles (University of Wales) divenne il primo professore di archeologia. Restò a Cardiff fino al pensionamento nel 1983.

Nel 1979 fu nominato Commander dell'Impero britannico (Order of the British Empire).

Atkinson fu celebre per i suoi contributi pratici alle tecniche archeologiche e per le sue soluzioni pragmatiche ai problemi che si presentavano nella pratica dello scavo e che sono elencate nel manuale intitolato Field Archaeology ("Archeologia sul campo"). Controllo di autorità VIAF: 102475828 LCCN: n89629841

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Richard John Copland Atkinson 1946, Field archaeology.
  • (EN) Richard John Copland Atkinson 1951, The henge monuments of Great Britain.
  • (EN) Richard John Copland Atkinson 1956, (Penguin Books), Stonehenge.
  • (EN) Richard John Copland Atkinson 1959, Stonehenge and Avebury and neighbouring monuments.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Professor Richard Atkinson a Stonehenge con un teodolite nel 1958