Riccardo Picchio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Riccardo Picchio (Alessandria, 7 settembre 1923New Haven, 13 agosto 2011) è stato un linguista e slavista italiano.

Studiò a Roma, nel 1947 fu redattore del giornale "L'Avanti". Nel 1948 fu lettore di lingua italiana nell'Università di Varsavia. Dal 1953 al 1961 fu professore nelle Università di Firenze e Pisa. Fra il 1961 e il 1965 fu capo dell'Istituto di Filologia Slava all'Università La Sapienza (successore di Giovanni Maver) e poi fu professore di Letteratura Slava nell'Università Yale. Scrisse per l'annale "Ricerche Slavistiche".

Opere (selezione)[modifica | modifica sorgente]

  • 1951Il sarmatismo polacco. Note di storia della cultura barocca
  • 1953Tradizione "sarmatica" e slavismo polacco
  • 1954Gli "Annali" del Baronio-Skarga e la "Storia" di Paisji Hilendarski
  • 1964La narrativa polacca contemporanea
  • 1965E.M. Manolesso, A. Vimina e la Polonia
  • 1968 - La letteratura russa antica
  • 1970Struktura stylistyczna "Gofreda" na tle tradycji polskich
  • 1970L'Europa orientale dal Rinascimento all'età illuministica
  • 1975Treny Kochanowskiego na tle poetyki renesansowej
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie