Rhyparochromidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Rhyparochromidae
Beosus maritimus01.jpg
Beosus maritimus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Phylum Arthropoda
Subphylum Hexapoda
Classe Insecta
Sottoclasse Pterygota
Coorte Exopterygota
Subcoorte Neoptera
Superordine Paraneoptera
Sezione Rhynchotoidea
Ordine Rhynchota
Sottordine Heteroptera
Infraordine Pentatomomorpha
Superfamiglia Lygaeoidea
Famiglia Rhyparochromidae
Amyot & Serville, 1843
Sottofamiglie

Rhyparochromidae Amyot & Serville, 1843, è una vasta famiglia di insetti Pentatomomorfi dell'ordine Rhynchota Heteroptera, superfamiglia Lygaeoidea, comprendente circa 1800 specie.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

I Rhyparochromidae sono insetti di piccole dimensioni. Hanno capo provvisto di ocelli e tricobotri; antenne e rostro sono composti da 4 segmenti.

Le zampe anteriori hanno femori ingrossati e spesso provvisti di spine o denti nella parte ventrale.

Biologia e diffusione[modifica | modifica wikitesto]

La maggior parte dei Rhyparochromidae vive nel terreno e si nutre a spese dei semi maturi caduti e scarse sono le segnalazioni di danni alle coltivazioni da parte di questi insetti.

Al comportamento generale di questa famiglia si oppone quello delle specie della tribù Cleradini: questi insetti sono infatti ematofagi e si nutrono a spese dei Vertebrati. Di particolare importanza, nel Sudamerica, è la specie Clerada apicocornis in quanto attacca occasionalmente l'uomo ed è uno dei vettori del Trypanosoma cruzi, agente della Malattia di Chagas[1][2]. Altri Rhyparochromidae sono infine occasionali predatori di altri Artropodi.

La famiglia è cosmopolita, con una larga diffusione in tutte le maggiori regioni zoogeografiche della Terra.

Sistematica e diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Con 1824 specie, i Rhyparochromidae rappresentano il raggruppamento più vasto nella superfamiglia dei Lygaeoidea, di gran lunga superiore a quello della stessa famiglia Lygaeidae sensu stricto[3].

La 1824 specie sono ripartite fra 368 generi e, al rango superiore, fra 14 tribù. L'albero tassonomico interno suddivide la famiglia in due sottofamiglie:

La suddivisione in tribù ha subito diverse revisioni dal 1967 al 1982[1] ed è incompleta per la presenza di un raggruppamento incertae sedis. Le 14 tribù, tutte comprese nella sottofamiglia Rhyparochrominae, sono:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Australian Faunal Directory. Op. cit..
  2. ^ Moreira da Costa Lima. Op. cit., pp. 109-110.
  3. ^ La maggior parte dei Ligeoidei è inclusa nella famiglia dei Ligeidi secondo la classificazione tradizionale. Nel 1997 HENRY, sulla base dei risultati delle ricerche filogenetiche, ha revisionato i Ligeidi scorporando da essi diverse sottofamiglie, elevandole al rango di famiglia, ma molte fonti, anche recenti, seguono lo schema tassonomico classico.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Family Rhyparochromidae in Australian Faunal Directory, Australian Government, Department of the Environment, Water, Heritage and the Arts. URL consultato il 06-05-2008.

Argomenti correlati[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi