Rhinopithecus avunculus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Rinopiteco del Tonchino
Immagine di Rhinopithecus avunculus mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 CR it.svg
Critico[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
Classe Mammalia
Sottoclasse Theria
Infraclasse Eutheria
Superordine Euarchontoglires
(clade) Euarchonta
Ordine Primates
Sottordine Haplorrhini
Infraordine Simiiformes
Parvordine Catarrhini
Superfamiglia Cercopithecoidea
Famiglia Cercopithecidae
Sottofamiglia Colobinae
Genere Rhinopithecus
Specie R. avunculus
Nomenclatura binomiale
Rhinopithecus avunculus
(Dollman, 1912)
Sinonimi

Pygathrix avunculus

Il rinopiteco del Tonchino (Rhinopithecus avunculus Dollman, 1912) è un primate della famiglia dei Cercopitecidi originario del Vietnam[2]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

LocationVietnamTuyenQuang.png

Specie endemica della provincia di Tuyen Quang, nel Vietnam nord-occidentale, dove occupa una zona inferiore, per estensione, ai 100 km²: ciò ne fa l'unica specie di rinopiteco che non vive in Cina. Predilige i boschi monsonici.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Dimensioni[modifica | modifica sorgente]

Misura circa un metro e mezzo di lunghezza, di cui la coda costituisce più della metà del totale, per un peso di 9 kg (nelle femmine) e fino a 15 kg (nei maschi).

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

La testa è di forma tondeggiante, mentre il volto è abbastanza schiacciato, con naso appiattito e narici rivolte in avanti.
Il pelo è di colore grigio-nerastro su basso ventre e dorso, mentre la parte interiore di arti e coda è biancastra e sulla gola possiede una macchia di color giallo-arancio: attorno agli occhi ed al naso possiede dei cerchi glabri di colore azzurro, mentre attorno alla bocca la pelle è di colore blu scuro.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Si tratta di animali diurni ed arboricoli, che vivono in gruppi di una decina di individui, comprendenti un unico maschio dominante e numerose femmine e cuccioli. Spesso vari gruppi si riuniscono in supergruppi, che tuttavia mantengono ciascuno la propria indipendenza e si lasciano e riuniscono con estrema facilità. Spesso i giovani maschi, scacciati dal gruppo natio una volta raggiunta la maturità sessuale, formano bande con altri maschi scapoli.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Si nutrono principalmente di foglie e germogli, ma non disdegnano di nutrirsi ogni tanto anche di frutti e fiori.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

La femmina, dopo una gestazione di circa sei mesi e mezzo, dà alla luce un unico cucciolo, che raggiunge la maturità sessuale attorno ai tre anni d'età.

Conservazione[modifica | modifica sorgente]

A causa della progressiva perdita dell'habitat naturale la popolazione di R. avunculus si è ridotta a meno di 300 esemplari, confinati in un'area inferiore ai 100 km².
La IUCN red list classifica questa specie come in pericolo critico di estinzione.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Xuan Canh, L., Khac Quyet, L., Thanh Hai, D. & Boonratana, R. 2008, Rhinopithecus avunculus in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.1, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Rhinopithecus avunculus in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi