Rhinolophus canuti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Rhinolophus canuti
Immagine di Rhinolophus canuti mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 VU it.svg
Vulnerabile[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Laurasiatheria
Ordine Chiroptera
Sottordine Microchiroptera
Famiglia Rhinolophidae
Genere Rhinolophus
Specie R.canuti
Nomenclatura binomiale
Rhinolophus canuti
Thomas & Wroughton, 1909
Sinonimi

R.conuti

Rhinolophus canuti (Thomas & Wroughton, 1909) è un Pipistrello della famiglia dei Rinolofidi endemico del Indonesia[1][2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Dimensioni[modifica | modifica sorgente]

Pipistrello di medie dimensioni, con la lunghezza della testa e del corpo di 65 mm, la lunghezza dell'avambraccio tra 47 e 53 mm, la lunghezza della coda tra 16,4 e 24 mm, la lunghezza delle orecchie tra 21 e 24,1 mm.[3]

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

La pelliccia è lunga e fine. Le parti dorsali variano dal rosso scuro al marrone, con la base dei peli più chiara mentre le parti ventrali variano dal marrone al grigio-brunastro chiaro. Le orecchie sono grandi. La foglia nasale presenta una lancetta con i bordi concavi, un processo connettivo molto basso e con una frangia di peli lungo il bordo, bruno-rossastri nella sottospecie R.c.timorensis e giallo paglierino in R.c.canuti e una sella che si restringe verso l'estremità arrotondata. La porzione anteriore è larga. Il labbro inferiore ha un solco longitudinale. La coda è lunga ed inclusa completamente nell'ampio uropatagio. Il primo premolare superiore è grande e situato lungo la linea alveolare.

Ecolocazione[modifica | modifica sorgente]

Emette ultrasuoni ad alto ciclo di lavoro con impulsi a frequenza costante di 57-59 kHz.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

Si rifugia all'interno di grotte dove forma grandi colonie.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Si nutre di insetti.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questa specie è conosciuta soltanto sull'isola di Giava, nella vicina Nusa Barong e sull'isola di Bali. Una popolazione è presente anche sull'isola di Timor, sebbene possa trattarsi di una forma distinta.

Vive nelle foreste, sebbene sia stata osservata cacciare su terreni coltivati.

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

Sono state riconosciute 2 sottospecie:

Stato di conservazione[modifica | modifica sorgente]

La IUCN Red List, considerato l'areale limitato e frammentato e la perdita del proprio habitat forestale, classifica R.canuti come specie vulnerabile (VU).[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) Hutson, A.M., Kingston, T. & Csorba, G. 2008, Rhinolophus canuti in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.1, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Rhinolophus canuti in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Csorba, 2008, op. cit.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Gábor Csorba, Taxonomy of the Horseshoe Bats of the world, Università di Debrecen, 2008.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi