Rete booleana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In matematica, una rete booleana G (V,F) è definita da un insieme di nodi V={x1,...,xn} che possono assumere solo due valori (1 o ON e 0 o OFF) e una lista di funzioni Booleane F=(f1,...,fn).

Ad ogni passo temporale la funzione fi specifica lo stato del nodo i dato lo stato al passo precedente dei nodi collegati ad i come input. Le reti che non hanno nodi di ingresso sono dette "autonome".

Il concetto di reti booleane è stato introdotto dal biologo statunitense Stuart Kauffman.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.sci.unich.it/~aroli/dida/iasc/lucidi0506/reti_booleane.pdf
Matematica Portale Matematica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Matematica