Respirazione circolare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La tecnica della respirazione circolare o fiato continuo, permette di suonare uno strumento a fiato senza interrompere il flusso d'aria immesso nello stesso. È stata utilizzata, sin dal passato, per suonare strumenti musicali nell'ambito della musica etnica (es.launeddas); oggi viene utilizzata anche con strumenti moderni, in contesti che vanno dalla musica contemporanea al jazz.

La tecnica consiste nell'utilizzare la bocca come riserva d'aria da utilizzare nel momento in cui si inala l'aria dal naso, contemporaneamente alla scansione ritmica del brano eseguito. Il miglioramento della tecnica permette di evitare di far sentire le interruzioni del ritmo durante l'inalazione dell'aria. Un altro utilizzo consiste nell'inalare inizialmente molta aria, suonare senza respirare come con gli altri strumenti a fiato, ed utilizzare la respirazione circolare soltanto quando si esaurisce l'aria contenuta nei polmoni.

La bocca diventa come la sacca della zampogna o della cornamusa ed in questo modo si riesce a produrre un suono che non si interrompe.

La tecnica della respirazione circolare era ed è utilizzata per suonare diversi strumenti etnici:

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica