Repubblica del Don

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Repubblica del Don
Repubblica del Don – Bandiera Repubblica del Don - Stemma
Repubblica del Don - Localizzazione
Dati amministrativi
Nome completo Repubblica del Don
Nome ufficiale Всевелике Війско Донске
Lingue ufficiali Ucraina, Russo
Lingue parlate
Inno Всколыхнулся, взволновался православный Тихий Дон
Capitale Novočerkassk
Politica
Forma di Stato Repubblica
Forma di governo
Atamano Petro Krasnov, Afrikan Bogaevskij
Organi deliberativi Krug
Nascita 18 maggio 1918 con Petro Krasnov
Causa guerra civile russa
Fine gennaio 1920 con Afrikan Bogaevskij
Causa Invasione bolscevica
Territorio e popolazione
Bacino geografico Europa orientale
Economia
Valuta Rublo russo
Religione e società
Religioni preminenti Chiesa ortodossa
Evoluzione storica
Preceduto da Repubblica Sovietica del Don
Succeduto da RSSF Russa

La Repubblica del Don (in ucraina: Донська Республіка , russo: Донская Республика) e successivamente (Vsevelike Viysko Donske ucraina: Всевелике Військо Донське) , (Vsevelikoe Voisko Donskoe russo: Всевеликое Войско Донское), esercito del Don centrale), fu uno Stato anti-bolscevico costituito nel corso della guerra civile russa, dopo il crollo dell'Impero russo da Pëtr Nikolaevič Krasnov.

L'indipendenza è stata proclamata dall'assemblea dei cosacchi del Don chiamata Krug il 18 maggio 1918. Ciò è avvenuto dopo la liquidazione della Repubblica Sovietica del Don dal territorio della Oblast Don Voisko il 10 maggio.

La Repubblica del Don occupò il territorio della regione del fiume Don e la città di Novočerkassk, fatta sua capitale. Amministrativamente, la Repubblica del Don è stata divisa in 10 okrug, che si trovano oggi nelle Oblast' di Rostov e Volgograd in Russia e nelle Oblast' di Luhans'k e Donec'k in Ucraina.

All'inizio del 1920 fu conquistata dai bolscevichi e quindi sciolta.