Renzo Imbeni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Renzo Imbeni

Vicepresidente Vicario del Parlamento Europeo
Durata mandato 10 marzo 1994 –
25 maggio 2004
Presidente Klaus Hänsch
José María Gil-Robles
Nicole Fontaine
Pat Cox
Predecessore Giuseppe Scoccà
Successore Mario Mauro

Sindaco di Bologna
Durata mandato 30 aprile 1983 –
27 febbraio 1993
Predecessore Renato Zangheri
Successore Walter Vitali

Dati generali
Partito politico PCI poi PDS poi DS

Renzo Imbeni (Modena, 12 ottobre 1944Bologna, 22 febbraio 2005) è stato un politico italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Dopo la laurea in economia e commercio, ottenuta all'Università di Bologna, iniziò la carriera politica all'interno del Partito Comunista Italiano: dal 1972 al 1975 ricoprì l'incarico di segretario della FGCI (Federazione Giovanile Comunista Italiana) e, dal 1976 al 1983, di segretario comunale del PCI a Bologna. Dopo la svolta della Bolognina, aderì prima al Partito Democratico della Sinistra, poi ai Democratici di Sinistra. Eletto per la prima volta come consigliere comunale nel 1980, dal 29 aprile 1983 al 27 febbraio 1993 fu sindaco di Bologna. Dal 1989 al 2004 fu parlamentare europeo e, dal 1994, ricoprì anche l'incarico di vicepresidente vicario del Parlamento europeo stesso.

Sostenne i diritti delle donne e degli omosessuali, sostenendo che la democrazia debba fondarsi sulle differenze e sulla pluralità di voci.

Nel 1993 la scrittrice belga Luce Irigaray gli dedicò un suo libro: Amo a te.

Amministrò la città perseguendo l'idea di Bologna come "isola felice" nell'Italia degli anni di piombo.

Morì a Bologna nel 2005, dopo una lunga malattia.