Rendition - Detenzione illegale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rendition - Detenzione illegale
Rendition - Detenzione illegale.png
Meryl Streep in una scena del film
Titolo originale Rendition
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 2007
Durata 120 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere thriller
Regia Gavin Hood
Sceneggiatura Kelley Sane
Distribuzione (Italia) Eagle Pictures
Fotografia Dion Beebe
Montaggio Megan Gill
Musiche Paul Hepker, Mark Kilian
Scenografia Barry Robison
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Rendition - Detenzione illegale (Rendition) è un film thriller del 2007, prima pellicola statunitense del regista sudafricano Gavin Hood, già autore di Il suo nome è Tsotsi. Il film è incentrato sulla controversa pratica della CIA, extraordinary rendition.

Il film è uscito negli Stati Uniti il 17 ottobre 2007, e in Italia il 29 febbraio 2008.

Trama[modifica | modifica sorgente]

L'ingegnere egiziano Anwar El-Ibrahim accusato di terrorismo, è scomparso misteriosamente dopo un volo che dal Sudafrica doveva riportarlo a Washington. La moglie incinta, Isabella, si reca nella capitale per scoprire cosa è successo al marito. Nel frattempo a Marrakech, l'agente Douglas Freeman, si ritrova, suo malgrado, costretto ad assistere alle torture inflitte al marito della donna. Rendition, letteralmente "consegna" rende pubblica un'aberrante e poco conosciuta consuetudine che il governo degli Stati Uniti adotta nei confronti dei cittadini sospettati di terrorismo. La consegna straordinaria, infatti, è quella che vede coinvolto nel film Anwar El - Ibraimi, cittadino egiziano da anni residente in America e occupato nel settore dell'ingegneria chimica, precipitosamente arrestato dopo il ritorno da un viaggio di affari e trasferito in gran segreto in una località islamica per essere torturato e ridotto a condizioni disumane. Ad assistere al macabro spettacolo è chiamato Douglas Freeman, agente della Cia addetto al reperimento delle informazioni durante gli interrogatori. Capo d'accusa: relazioni con frange del fondamentalismo radicale.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema