Renato Baldini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Renato Baldini

Renato Baldini (Roma, 18 dicembre 1921Roma, 5 luglio 1995) è stato un attore italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Attore di fotoromanzi, esordisce nel cinema interpretando un piccolo ruolo in È primavera di Renato Castellani (1949). L'anno seguente è promosso protagonista da Francesco De Robertis che lo vuole nel suo Il mulatto. Per tutti gli anni cinquanta è attore assai amato dalle platee più popolari: lavora in molti film e quasi sempre in ruoli di primissimo piano.

Alto, prestante, bello, interpreta solitamente il ruolo dell'uomo deciso, forte di carattere, leale e onesto. Dai primi anni sessanta, sparito dagli schermi il genere di film a lui più congeniale, si adatta a parti molto diverse fra loro. Nel decennio seguente si cimenta maggiormente in ruoli di carattere. Della la sua attività televisiva ricordiamo: I racconti del maresciallo di Mario Landi (1968); ...e le stelle stanno a guardare di Anton Giulio Majano (1973); Qui squadra mobile di Anton Giulio Majano (1976); Nessuno deve sapere di Mario Landi (1973); L'amante dell'orsa maggiore di Anton Giulio Majano (1983) . È nonno dell'attore Andrea Paolotti.

Filmografia parziale[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 51951227 LCCN: no2009083640 SBN: IT\ICCU\UFEV\216096