Renato Acanfora

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Renato Acanfora
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 1991 - giocatore
Carriera
Giovanili
Inter Inter
Squadre di club1
1975-1976 Inter Inter 2 (0)
1976-1977 Lecco Lecco 23 (6)
1977 Inter Inter 1 (0)[1]
1977-1981 Monza Monza 91 (8)
1981-1982 Prato Prato 21 (2)
1982-1983 Taranto Taranto 29 (3)
1983 Prato Prato 6 (0)
1983-1985 Rende Rende 58 (1)
1985-1987 Pro Italia Galatina Pro Italia Galatina 60 (1)
1987-1988 Martina Martina 26 (0)
1988-1990 Vastese Vastese 49 (1)
1990-1991 Scafatese Scafatese 8 (0)
1991-1992 600px Blu cerchiato Rosso e Nero.png Roccaravindola  ? (?)
Carriera da allenatore
1991-1992 600px Blu cerchiato Rosso e Nero.png Roccaravindola
1995-1996 600px Blu cerchiato Rosso e Nero.png Roccaravindola
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Renato Acanfora (Scafati, 23 luglio 1957) è un ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista. Attualmente è responsabile sanitario dello Scafati Basket.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

Cresce nelle giovanili dell'Inter, con la quale esordisce il 2 maggio 1976 in Serie A contro il Perugia (1-1). Dopo una prima esperienza in prestito al Lecco, torna in nerazzuro per pochi mesi prima di lasciare definitivamente il club, direzione Monza dove rimane quattro stagioni.

La sua carriera continua sui campi della Serie C, vestendo le maglie di Taranto, Prato, Rende, Pro Italia Galatina e Martina. Finisce quindi in Interregionale con la maglia della Vastese e della Scafatese.

In carriera ha collezionato complessivamente 3 presenze in Serie A e 91 presenze e 8 reti in Serie B.

Allenatore[modifica | modifica sorgente]

Terminata l'avventura con la squadra abruzzese, si accasa al Roccaravindola vestendo il duplice ruolo di giocatore e allenatore, esperienza che verrà bissata poi nel 1995[2].

Attività medica[modifica | modifica sorgente]

Parallelamente alla carriera agonistica, Acanfora intraprende anche gli studi universitari che lo portano ad una laurea in medicina. Dopo il ritiro dal calcio giocato, diviene responsabile sanitario di diversi club (due tra tutti Salernitana e Avellino), fino a tornare al suo paese natio, occupandosi dello Scafati Basket, carica che tuttora ricopre[3].

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Esordio in A: 2-5-1976 Perugia-Inter 1-1

Stagione Squadra Campionato
Comp Pres Reti
1975-1976 Italia Inter A 2 0
ago. 1976 A 0 0
1976-1977 Italia Lecco C 23 6
ago.-ott. 1977 Italia Inter A 1 0
1977-1978 Italia Monza B 11 1
1978-1979 B 17 1
1979-1980 B 33 2
1980-1981 B 30 4
1981-1982 Italia Prato C2 21 2
1982-1983 Italia Taranto C1 29 1
ago.-ott. 1983 Italia Prato C1 6 0
1983-1984 Italia Rende C1 26 1
1984-1985 C2 32 0
1985-1986 Italia Pro Italia Galatina C2 31 0
1986-1987 C2 29 1
1987-1988 Italia Martina C2 26 0
1988-1989 Italia Vastese Int 28 0
1989-1990 Int 21 1
1990-1991 Italia Scafatese Int 8 0
1991-1992 Italia Roccaravindola Prom 0 0

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Almanacco illustrato del calcio 1980, edizioni Panini
  • Almanacco illustrato del calcio 1981, edizioni Panini

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://calcio1979.altervista.org/PAGE0013.HTM
  2. ^ Storia della società 1988-1992. URL consultato il 30-09-2010.
  3. ^ Il dottor Acanfora due volte in serie A col calcio e il basket. URL consultato il 30-09-2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]