Rembert Dodoens

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rembert Dodoens

Rembert Dodoens, o Rembert Van Joenckema o Rembert Dodonée (Mechelen, 29 giugno 1517Leida, 10 marzo 1585), è stato un botanico e medico fiammingo.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Dopo gli studi di medicina, cosmografia e geografia a Lovanio e il titolo di dottore ottenuto nel 1535, visita le università della Francia, dell'Italia e della Germania. Si stabilisce come medico a Malines, nel 1538. Si sposa con Kathelijne de Bruyn, nel 1539 e dal 1542 al 1546 vive a Basilea. Ottiene una cattedra all'Università di Lovanio, nel 1557.

Diventa nel 1574, medico di corte dell'imperatore Massimiliano II a Vienna senza dubbio grazie all'aiuto del suo amico Charles de l'Écluse. Continua ad esercitare sotto il regno di Rodolfo II, successore di Massimiliano II. Dopo un breve periodo a Colonia e ad Anversa, ottiene la cattedra di medicina a Leida nel 1582.

Il suo interesse per la botanica è all'inizio di natura medica ed è per questa ragione che scrive un erbario. Utilizza le tavole create da Leonhart Fuchs e vi aggiunge delle nuove incisioni. Un'edizione in fiammingo, dal titolo Cruydeboeck, esce nel 1554 seguita da una versione in francese, Histoire des plantes (traduzione di Charles de l'Écluse). Nel 1583, Dodoens pubblica Pemptades, dove si trovano le sue osservazioni ma anche quelle di Charles de l'Écluse e di Mathias de l'Obel, così è difficile conoscere il suo pensiero.

Linneo gli ha dedicato il genere Dodonaea della famiglia Sapindaceae

Opere[modifica | modifica sorgente]

Prima pagina del Cruydtboeck
  • Herbarium (1533) ;
  • Den Nieuwen Herbarius (1543) ;
  • Cosmographica in astronomiam et geographiam isagoge (1548) ;
  • De frugum historia (1552) ;
  • Trium priorum de stirpium historia commentariorum imagines (1553) ;
  • Posteriorum trium de stirpium historia commentariorum imagines (1554) ;
  • Cruydeboeck (1554) ;
  • Frumentorum, leguminum, palustrium et aquatilium herbarum, ac eorum quae eo pertinent historia, Anversa, (1566) ;
  • Florum et coronariarum odoratarumque nonnullarum herbarum historia, Anvers, (1568) ;
  • Purgantium aliarumque eo facientium, tum et radicum, convolvulorum ac deleteriarum herbarum historiae, (1574) ;
  • Historia vitis vinique, (1580) ;
  • Physiologices medicinae tabulae (1580) ;
  • Medicinalium observationum exempla rara (1581) ;
  • Stirpium historiae pemptades sex, 1583, opera che riassume tutti i suoi lavori * Praxis medica (1616) (postumo) ;
  • Ars medica, ofte ghenees-kunst (1624) (postumo).

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Willy Vande Walle e Kazuhiko Kasaya (dir.) (2001). Dodonaeus in Japan: translation and the scientific mind in the Tokugawa period, Leuven University Press (Louvain) : 383 p.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


Dodoens. è l'abbreviazione standard utilizzata per le piante descritte da Rembert Dodoens.
Elenco delle piante assegnate a questo autore dall'IPNI
Consulta la lista delle abbreviazioni degli autori botanici.


Controllo di autorità VIAF: 17321426 LCCN: n/84/805391