Relativistic Heavy Ion Collider

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Il Relativistic Heavy Ion Collider o Collisore di Ioni Pesanti Relativistico (RHIC, pronunciato /ˈrɪk/ "rick") è l'unico collisore spin-polarizzato e uno dei due a ioni pesanti al mondo. Si trova al Brookhaven National Laboratory (BNL) ad Upton a New York e vi lavora una squadra internazionale di ricercatori.[1][2][3]

Usando il RHIC per far collidere gli ioni che viaggiano a velocità relativistiche, i fisici studiano la forma primordiale della materia che è esistita nell'Universo subito dopo il Big Bang.[4][5] Negli esperimenti si esplora la struttura di spin del protone facendo collidere i protoni con spin polarizzato .

Solo l'LHC del CERN è in grado di far collidere ioni pesanti con più alte energie.

Nel 2010, i fisici hanno pubblicato i risultati delle misure della temperatura raggiunta in un esperimento di collisione con ioni d'oro da cui si è concluso di aver ottenuto una temperatura di oltre 4.000 miliardi di kelvin, il che ha dato luogo alla formazione di un plasma di quark e gluoni fluido.[6]

Esperimenti[modifica | modifica sorgente]

Gli esperimenti fatti al RHIC:

  • STAR
  • PHENIX
  • PHOBOS
  • BRAHMS
  • PP2PP

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ M. Harrison, T. Ludlam, S. Ozaki, RHIC Project Overview in Nuclear Instruments and Methods in Physics Research A, vol. 499, 2–3, 2003, p. 235, DOI:10.1016/S0168-9002(02)01937-X.
  2. ^ M. Harrison, S. Peggs, T. Roser, The RHIC Accelerator in Annual Review of Nuclear and Particle Science, vol. 52, 2002, p. 425, DOI:10.1146/annurev.nucl.52.050102.090650.
  3. ^ E.D. Courant, Accelerators, Colliders, and Snakes in Annual Review of Nuclear and Particle Science, vol. 53, 2003, p. 1, DOI:10.1146/annurev.nucl.53.041002.110450.
  4. ^ M. Riordan, W.A. Zajc, The First Few Microseconds in Scientific American, vol. 294, nº 5, 2006, p. 34, DOI:10.1038/scientificamerican0506-34A.
  5. ^ S. Mirsky, W.A Zajc, J. Chaplin, Early Universe, Benjamin Franklin Science, Evolution Education in Science Talk, Scientific American, 26 aprile 2006. URL consultato il 16 febbraio 2010. (Listen)
  6. ^ A. Trafton, Explained: Quark gluon plasma, MITnews, 9 febbraio 2010.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]