Reiyūkai

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Reiyukai è un'associazione no-profit internazionale, di ispirazione buddista, basata sugli insegnamenti di Shakamuni Buddha. I membri dell'associazione sono laici, non vi sono infatti monaci, né sacerdoti addetti al culto. Fu fondata a Tokyo nel 1929 da Kubo Kakutarō (1892-1944) - un funzionario impiegato presso il Ministero della Casa Imperiale Giapponese - e da Kimi Kotani. La società è stata registrata ufficialmente a Tokio da Kubo Kakutarō solo nel 1940.

«Reiyukai» è una parola giapponese composta da «rei», anima, animo, spirito; «yu», amico(a), amicizia; «kai», raduno, associazione.

Il Reiyukai fa parte dell'Unione buddista europea. Presente attualmente con le sue sedi in una ventina di nazioni, il suo scopo è la promozione dell'individuo e lo sviluppo delle società con l'obiettivo di un mondo più pacifico, indipendentemente dalla razza, religione o credo delle persone che lo popolano.

L'associazione considera il Buddismo non come una religione in senso occidentale, bensì come una filosofia vissuta con la scoperta di sé stessi e di ciò che costituisce il meglio per sé, attraverso l'esperienza e la riflessione; crede nell'idea che ogni essere umano possa raggiungere un livello di coscienza più elevato, fino a poter raggiungere lo stato di Buddha. Vengono indicate alcune pratiche essenziali a cui, secondo l'associazione, ciascuno dovrebbe improntare il proprio stile di vita, con il desiderio di dare una nuovo senso alla propria esistenza e di aprire la coscienza con curiosità al mondo per costruire un insieme di relazioni più sincere ed essenziali. Tra le pratiche principali vi è il culto e il rispetto per gli antenati, lo sviluppo dell'amicizia in chiave spirituale, la recitazione del Sutra Blu del Loto della Meravigliosa Legge, l'impegno sociale.

Da alcuni membri del Reiyukai, nacque successivamente, nel 1938, il Risshō Kōsei Kai.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]