Regola di Trouton

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La regola di Trouton è una regola empirica che correla l'entalpia molare di ebollizione di un liquido con la sua temperatura di ebollizione in condizioni normali (cioè alla pressione di 1 atm).

La regola di Trouton afferma che l'entropia molare di ebollizione, che è pari al rapporto tra l'entalpia molare di ebollizione (che per trasformazioni isobare è pari al calore latente molare di ebollizione) e la temperatura di ebollizione vale circa 88 J/(mol K):[1]

\Delta s_{b} = \frac{\Delta h_{b}}{T_{b}} \simeq 88 \ J/(mol K)

essendo:

  • Δsb l'entropia molare di ebollizione, espressa in J/(mol K);
  • Δhb l'entalpia molare di ebollizione, espressa in J/mol;
  • Tb la temperatura di ebollizione (a pressione atmosferica), espressa in kelvin.

La regola di Trouton non è valida per liquidi che presentano legami a idrogeno (ad esempio l'acqua), mentre funziona bene con liquidi a punto di ebollizione non molto alto e massa molare non molto distante da 100 g/mol.

Esempi[modifica | modifica wikitesto]

Nella tabella seguente sono indicate le entropie di vaporizzazione di alcuni liquidi (a p = 1 atm) e l'errore che si commette utilizzando la regola di Trouton (cioè approssimando tali valori a 88 J/mol K):[1]

Composto chimico Δsb in J/(mol · K)  %errore
Acido solfidrico 87,9 0,11%
Cicloesano 85,1 3,29%
Benzene 87 1,14%
Toluene 86,6 1,59%
Stirene 88,7 0,79%
Naftalene 88,3 0,34%
Piridina 90,4 2,73%
Diclorometano 90 2,27%
Cloroformio 88,3 0,34%
Tetracloruro di carbonio 85,8 2,5%
Tricloroetilene 87,4 0,68%
Etere etilico 88,3 0,34%
Acetone 88,3 0,34%
Acetonitrile 88,3 0,34%
Etanolo 110 25%
Anilina 97,1 10,34%
Metilammina 96,7 9,89%
Acqua 109,1 23,98%

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Chimica Generale

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]