Regola (rione di Roma)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 41°53′41.79″N 12°28′14.52″E / 41.894942°N 12.4707°E41.894942; 12.4707

R. VII Regola
Piazza Farnese
Piazza Farnese
Stato Italia Italia
Regione Lazio Lazio
Provincia Roma Roma
Città Roma-Stemma.png Roma
Circoscrizione Municipio Roma I
Superficie 0,3189 km²
Abitanti 3 974 ab.[1] (2009)
Densità 12 461,59 ab./km²
Mappa dei quartieri di

Regola è il settimo rione di Roma, indicato con R. VII[2].

Il nome deriva da Renula, ovvero da quella rena soffice che ancora oggi il fiume Tevere deposita durante le piene. Lo stemma del rione è un cervo rampante in campo turchino. Gli abitanti si dicevano (quando ancora i rioni avevano una identità sociale) Regolanti.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Durante il periodo della Roma antica, tale zona apparteneva al Campo Marzio. In particolare, nell'attuale Regola c'era il Trigarium, ovvero lo stadio dove si allenavano gli aurighi che montavano la triga, che era un carro trainato da tre cavalli.

Secondo la suddivisione politica che fece Augusto della Roma imperiale, l'attuale Regola faceva parte della IX regione detta Circus Flaminius. Nel Medioevo entrò a far parte della IV delle sette regioni ecclesiastiche, anche se a quel tempo i confini dei rioni non erano delimitati con grande chiarezza.

Anche a causa delle frequenti inondazioni del Tevere, gran parte della zona era paludosa, e fu bonificata verso la fine del Medioevo.

Nel 1586, quando il rione Borgo fu creato, i rioni divennero 14 e Regola divenne il VII con il nome di Arenule et Chacabariorum (anche "Arenule" deriva da Renula); tale nome è ancora in parte sopravvissuto con la moderna via Arenula[3] .

La costruzione dei muraglioni del Tevere del 1875 cambiò radicalmente il volto del rione, cancellando tutta quella realtà che si era costruita intorno al fiume nel corso dei secoli.

Nel ristretto spazio del rione ci sono costruzioni di ogni tipo: palazzi, ospedali, chiese, ambasciate, prigioni ed umili abitazioni.
Il quartiere dette i natali a Cola di Rienzo.

In questo rione è nato Carlo Verdone.

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

Stemma del rione

I confini[modifica | modifica wikitesto]

Piazze[modifica | modifica wikitesto]

Strade[modifica | modifica wikitesto]

Via Arenula
  • Vicolo dell'Arcaccio
  • Via dell'Arco del Monte
  • Via Arenula
  • Via dei Balestrari
  • Via dei Baullari
  • Via dei Cappellari
  • Vicolo dei Catinari
  • Via del Conservatorio
  • Vicolo del Giglio
  • Via de'Giubbonari
  • Via Giulia
  • Vicolo delle Grotte
  • Via del Mascherone
  • Via del Melangolo
  • Via di Monserrato
  • Via dei Pettinari
  • Via della Pietà
  • Via del Polverone
  • Via dei Pompieri
  • Via della Seggiola
  • Via degli Specchi
  • Via degli Strengari
  • Vicolo de' Venti
  • Via delle Zoccolette

Edifici[modifica | modifica wikitesto]

Chiese[modifica | modifica wikitesto]

Elenco[modifica | modifica wikitesto]

Galleria Fotografica[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Comune di Roma - Ufficio di Statistica. Iscritti in anagrafe al 31-12-2009.
  2. ^ Rendina-Paradisi, 19.
  3. ^ In realtà per buona parte del Medio Evo con tale nome era identificato tutto il tragitto viario compreso oggi dalle vie che vanno da via S. Paolo alla Regola a tutta la via Monserrato. v. U. Gnoli, Topografia e toponomastica di Roma..., 1939

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Mauro Quercioli, RIONE VII. REGOLA in I Rioni e i Quartieri di Roma, vol. 2, Roma, Newton Compton Editori, 1989.
  • Claudio Rendina e Donatella Paradisi, Le strade di Roma, vol. 1, Roma, Newton Compton Editori, 2004, ISBN 88-541-0208-3.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Roma Portale Roma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Roma