Regno di Cochin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Il Re di Cochin su un elefante indiano, di Jan Huyghen van Linschoten
Il Re di Cochin sul suo elefante, accompagnato dai suoi Nair, da Histoire générale des Voyages

Il Regno di Cochin (conosciuto anche come Perumpadappu Swaroopam, Mada-rajyam, Gosree Rajyam, o Kuru Swaroopam; malayalam: കൊച്ചി Kocci o പെരുമ്പടപ്പ്‌ Perumpaṭappu) è stato un regno medievale Hindu e successivamente uno degli Stati principeschi della costa del Malabar, India meridionale, con centro principale Kochi.

La città di Kochi fin dall'undicesimo secolo era sede del Regno di Cochin; chiamata La regina del mare arabico, Kochi fu un importante centro per il commercio delle spezie sulla costa di questo mare. In molti degli scritti lasciatici da mercanti e viaggiatori dell'epoca, troviamo riferimenti a questa città, chiamata ora Cocym, ora Cochym; talvolta Cochin e altre volte Cochi.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Kochi.

Occupato dai Portoghesi nel 1503, il Regno di Cochin fu il primo centro colonizzato dagli Europei nel subcontinente indiano; che fecero di Kochi la capitale dell'India Portoghese fino al 1530, quando questo titolo fu trasferito a Goa. In seguito, la città ed il circondario cadde prima sotto il controllo degli Olandesi, poi sotto il regno di Mysore, infine sotto l'egemonia britannica. Quando l'India raggiunse l'indipendenza, nel 1947, la regione di Kochi aderì alla neonata Federazione Indiana.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]