Regno del Burundi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Regno del Burundi

1680 - 1885 1962 - 1966

Regno del Burundi 1680 - 1885 1962 - 1966 – Bandiera Regno del Burundi 1680 - 1885 1962 - 1966 - Stemma
Regno del Burundi 1680 - 1885 1962 - 1966 - Localizzazione
Dati amministrativi
Lingue ufficiali kirundi, francese
Lingue parlate kirundi, francese, kiswahili
Capitale Bujumbura
Altre capitali Gitega
Politica
Forma di Stato Monarchia Costituzionale
Forma di governo
Mwami Re del Burundi

Ultimi in Carica

Nascita 1680 con Ntare Rushatsi
Causa Fondazione
Fine 28 novembre 1966 con Ntare Ndizeye
Causa Proclamazione della Repubblica
Territorio e popolazione
Bacino geografico Africa dei grandi laghi
Economia
Valuta Franco del Burundi
Evoluzione storica
Preceduto da Regni pre-ganwa
Succeduto da
Flag of Burundi.svg

Repubblica del Burundi

Il Regno del Burundi (Ubwami bw'i Burundi in kirundi) venne fondato attorno al 1680 da Ntare Rushatsi capostipite della dinastia dei Baganwa.
La successione regale dei bami, o re, continuò anche dopo l'instaurarsi del protettorato tedesco (1884-1890) e quindi della sovranità tedesca sulla colonia dell'Africa Orientale Tedesca (1890-1916), il passaggio al Belgio (1916-1922), il protettorato sul Ruanda-Urundi da parte della Lega delle Nazioni (1922-1946), e come territorio affidato al Belgio dalle Nazioni Unite (1946-1960) e infine nuovamente come regno prima autonomo (dal gennaio 1961) e poi indipendente (dal 1º luglio 1962), fino alla proclamazione della Repubblica del Burundi, il 28 novembre del 1966.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]