Regno d'Albania

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il regno del XX secolo, vedi Regno albanese.
Regno d'Albania
Regno d'Albania - Stemma
Dati amministrativi
Nome completo Regno d'Albania
Nome ufficiale Regnum Albaniae
Lingue parlate Latino, Albanese
Capitale Durazzo
Dipendente da Regno di Sicilia (1272-1302)
Regno di Sicilia citeriore (1302-1368)
Politica
Forma di governo monarchia
Nascita 1272
Fine 1368
Territorio e popolazione
Territorio originale Albania
Regno d'Albania - Mappa
Evoluzione storica
Preceduto da Principato di Arber
Succeduto da Principato d'Albania

Il Regno d'Albania fu fondato nel 1271 da Carlo d'Angiò nei territori sottratti al Despotato d'Epiro, sui quali regnò col titolo di Re d'Albania a partire dall'anno successivo. Il regno si estendeva sulla fascia costiera compresa fra Durazzo (odierna Durrës) e Butrinto, mentre i confini interni rimasero definiti in maniera molto vaga. Già nel 1281 Carlo I fu costretto ad abbandonare le regioni interne in seguito ad una controffensiva dei Bizantini, mentre il suo potere veniva ulteriormente indebolito dallo scoppio dei Vespri Siciliani. Il Despotato d'Epiro rientrò così in possesso di buona parte dei territori perduti, riducendo il regno angioino alla sola regione di Durazzo. La città rimase comunque nelle mani dei discendenti di Carlo fino al 1368, quando Durazzo fu conquistata da Carlo Thopia.

Re d'Albania[modifica | modifica sorgente]

Nel 1294 Carlo II cedette i suoi diritti sull'Albania al figlio Filippo, Principe di Taranto e d'Acaia. Questi regnò col titolo di Signore del Regno d'Albania.

Questa voce è parte della serie
Storia dell'Albania
Localizzazione dell'Albania
Voci principali


Categoria: Storia dell'Albania

Signori del Regno d'Albania[modifica | modifica sorgente]

Nel 1332 Roberto successe al padre Filippo, il cui fratello, Giovanni, si rifiutò di giurare fedeltà al nipote in quanto Principe d'Acaia. I due vennero a patti e Roberto ricevette da Giovanni il principato in cambio di 5000 once d'oro e del diritto alla corona del regno d'Albania. Giovanni assunse così il titolo di Duca di Durazzo.

Duchi di Durazzo[modifica | modifica sorgente]

Nel 1368 Durazzo cadde nelle mani di Carlo Thopia, che fu riconosciuto dalla Repubblica di Venezia come Principe d'Albania.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Antonello Biagini, Storia dell'Albania contemporanea, Bompiani, 2005

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]